International Milo Day 2015 PESCA AL COLPO

International Milo Day 2015 alla Cannisti Cesanesi Milo


MEMORABILE INTERNATIONAL MILO DAY 2015

Passano gli anni, ma questo Milo Day diventa sempre più qualcosa di inspiegabile, naturalmente in senso positivo. La location, i partecipanti, l’organizzazione e tutto il resto. E’ sempre tutto curato e perfetto sotto ogni punto di vista. Un evento che è diventato un vero e proprio cult per gli uomini in rosso. Un appuntamento che ha quasi maggiore valore per gli agonisti stranieri, che per quelli italiani. Milo in Francia, Belgio, Polonia, Lussemburgo è considerato il numero uno sia come marchio, ma soprattutto come persona. Ogni anno quasi non si fa in tempo a finire la manifestazione, che già ci sono le adesioni per l’edizione successiva. Non a caso Milo ha pensato bene di rinominare la manifestazione con la denominazione di International Milo Day, per onorare l’alta presenza di ospiti internazionali. Oltre alle nazionalità già citate, erano presenti anche i portacolori spagnoli con in testa l’uomo Milo nella penisola iberica Thomas Romera ed ospiti del calibro internazionale. Doveroso citare per prima la francese Valerie Nadan che quest’anno è salita sul podio individuale del mondiale donne, vincendo anche la medaglia d’oro a squadre. Gerard Trinquier, amico da anni di Milo e rappresentante per la Francia. Infine appositamente dall’Inghilterra l’immancanbile Steve Gardner ed Andy Neal in rappresentanza di Bait Tech, l’azienda inglese di cui Milo è distributore in Italia.




La data scelta è stata il giorno 1 novembre, come ormai accade da tre anni a questa parte, ma se ci fossimo dovuti basare solamente sul meteo, sembrava la fine di settembre. Il cielo sgombro da nuvole, assenza totale di vento ed un sole caldo. Condizioni perfette per una gara di questo tipo, dove a regnare era l’allegria, l’amicizia ed uno spirito di agonismo. Centottanta i partecipanti presenti, suddivisi in sessanta squadre da tre concorrenti ciascuno. Come l’edizione precedente, anche in questo caso le squadre sono state divise tra i tre laghi della Cascina Tensi, che per l’occasione si è tinta ancora una volta di rosso. Detto degli agonisti stranieri, hanno onorato la manifestazione anche gli “abruzzesi in rosso” del PC Teramo Milo, i toscani dell’Arno Team Milo ed i pescatori romani della Lenza Praeneste Milo, oltre a diversi agonsiti provenienti da ogni parte della Lombardia ed Emilia Romagna. Diversamente dagli scorsi anni bisogna ammettere che la pescosità è stata inferiore, complice molto probabilmente anche la decisione di vietare la pesca con la pasta, tanto cara a francesi e belgi. Ne è uscita una pescata più tecnica, a tratti di ricerca, dove ha prevalso la capacità di intuire il momento di cambiare tipologia di pesca. Normalmente, complici anche le temperature basse di questo periodo, la pescata si è sempre svolta sul fondo in tutti e tre i laghi. Questa volta invece sono stati in diversi coloro che hanno tentato di girare la gara spostandosi in superficie, a galla con poco più di un metro di profondità, continuando a fiondare cagnotti sfusi. Dopo le quattro ore di gara, immancabile è stato il taglio delle due stupende (e buonissime) torte con crema e panna decorate per l’occasione (come sempre) con il logo di Milo.

La pescosità è sicuramente stata inferiore agli anni precedenti, ma nonostante ciò il pescato è stato degno di nota. Se lo scorso anno erano le squadre francesi e belga a dominare la scena, quest’anno sono stati gli italiani a farsi valere, sia nei settori, che nella classifica finale a squadre. La società che ha fatto man bassa di premi di settore è stata la Cannisti Cesanesi Milo, società organizzatrice grazie all’ottimo lavoro diretto da Bruno e Teresa Frigerio. Società che tra l’altro ha conquistato l’International Milo Day, superando per il peso maggiore la seconda squadra classificata, ovvero l’assodato trio composto da Milo – Gerard – Valerie. Tre penalità per entrambe le squadre, ma 90 chilogrammi per i primi contro i 55 dei secondi. Vittoria schiacciante determinata anche dagli assoluti registrati in due dei tre laghi grazie a Christian Riglietti (risultato anche assoluto di giornata con 40 chilogrammi) e Marco Frigerio; a chiudere il trio vittorioso Daniele Minorini. Gradino più basso del podio per la Longobardi Milo con Simbeni M. – Miozzo L. – Galigani R. con cinque penalità e 51 chilogrammi. Questi ultimi hanno avuto la meglio sui quarti classificati della Fondazione ATM Milo, i quinti della GPS La Valle Milo ed i sesti dell’Acqua Azzurra Team Milo grazie al peso a pari penalità e piazzamenti.

Inutile dire quanto questo Memorial Tino e Rosy Colombo sia importante per Milo e Roberta. Una manifestazione dall’alto valore affettivo, nel quale vengono spese moltissime forze per far si che tutto si svolga al meglio. Una gara più importante di tutto il resto, un evento che vale una stagione. Vedere quanto grande sia l’affetto verso questi colori da parte dei partecipanti, in particolare quelli francesi, è qualcosa di incredibile. Non ci sono parole per descrivere il Milo Day di per sé, bisogna viverlo, dall’alba alla sera, con la premiazione che avviene alle luci del crepuscolo. Prima ancora di iniziare la premiazione Milo e Roberta ci hanno tenuto a ringraziare sentitamente la famiglia Frigerio e tutta la Cannisti Cesanesi per l’aiuto nell’organizzare il tutto e a Luigi Cammarata, storica bandiera della Longobardi Milo.

E’ stata anche l’occasione per visionare con mano alcune delle novità Milo del 2016. Tanta carne al fuoco per l’azienda milanese, della quale tratteremo con calma nelle prossime settimane. Nuovissime roubaisienne, tra cui la punta di diamante è l’incREDible. Un nome, un programma. Nuovissimi arrivi nell’ambito delle canne all’inglese e soprattutto nelle bolognesi, che testeremo assieme a Maurizio Teodoro nel mese di novembre. Interessanti novità nell’ambito della buffetteria, con nuovi foderi rigidi ma soprattutto nuovi recipienti in EVA. Infine un occhio di riguardo anche per due assolute novità nell’ambito dei panieri, con il No One e l’X Box 1. Oltre a ciò, presentata anche parte della gamma Bait Tech 2015, ampliata con nuovi prodotti per il 2016. Nuove pasture, nuovi additivi liquidi, nuove boiles e nuovi pellets da pasturazione. Questo, in breve, ciò che ci aspetta per la nuova stagione Milo. Nelle prossime settimane andremo nel dettaglio su queste novità.

Per concludere, che dire? Una festa in rosso dalla quale tornare insoddisfatti è assolutamente impossibile. Arrivederci al prossimo anno con l’International Milo Day 2016. Dove? Ai Laghi Tensi, l’ultima domenica di ottobre, che domande!

TUTE LE FOTO – CLICCA QUI

CLASSIFICA INDIVIDUALE – Classifica Individuale Milo Day 2015

CLASSIFICA SQUADRE PRIME 12 – Classifica Squadre Milo Day 2015 Prime 12

CLASSIFICA FINALE – Classifica Squadre Milo Day 2015 TUTTE