PESCA A FEEDER

2° Campionato LBF Toscana feeder a coppie – 2° prova


CAMPIONATO LBF TOSCANA FEEDER – 2° PROVA

Sabato 25 Aprile presso il Lago “Il Borghese” si è tenuta la seconda sfida del II° Campionato LBF Toscana di Feeder a Coppie. Per la verità questa gara avrebbe dovuto svolgersi alcune settimane fa ma, prima a causa di una tempesta che ha sconvolto l’area di Montecatini Terme, poi per la concomitanza col (rinviato) Campionato Italiano di Feeder a Coppie, la nostra gara ha potuto avere luogo solo sabato scorso. La settimana prima del match è stata caratterizzata da temperature molto elevate e da una strana assenza di vento, cosa quasi impossibile al lago Borghese : il vento, spesso e volentieri di tramontana, che soffia su questo lago lo rende simile ad un bacino dell’Europa del nord, mettendo alla prova le capacità di lancio dei concorrenti. Anche Sabato le temperature sono state abbastanza alte, anche se in leggero calo rispetto ai giorni precedenti, con cielo più coperto. Noi concorrenti ci siamo dati come di consueto appuntamento alle ore 7 per il sorteggio presso il bar del lago, per poi dare il via alla gara alle 9 in punto. La sfida stavolta, per me e per il mio socio Luca è stata incredibilmente difficile : al via siamo riusciti a tenere testa alle coppie poste alla nostra sinistra, poi abbiamo rallentato fin quasi a fermarsi : il pesce non rispondeva positivamente alle nostre insidie come nei giorni delle prove. Invece la coppia Cambi – Massi, posta alla nostra destra salpava letteralmente una carpa dietro l’altra, stavano prendendo il largo e non riuscivamo a tenergli testa in nessun modo : il loro ritmo era davvero impressionante. Mi stavo concentrando su come migliorare la mia tattica per riuscire a tenere dietro la forte coppia Ricci – Urso posta alla nostra sinistra : arrivati secondi per un soffio allo scorso Campionato Regionale di Feeder a Coppie, sono tra gli agonisti più temibili della nostra regione e penso che ce l’avrei fatta in qualche modo ad arginarli…..poi l’idea : tentare di sfidare la coppia Cambi – Massi sul loro terreno, usando la loro tattica, che in verità non avevamo mai provato prima. Io mi sarei mantenuto più vicino con un impostazione di gara tradizionale per non perdere il contatto con le altre coppie, Luca invece si sarebbe allungato sui 30 metri per vedere come rispondeva il pesce usando esche dure come (presumibilmente) stavano facendo Cambi – Massi. Primo lancio di Luca : Bingo! Carpa sui 9 kg! Secondo e terzo lancio di Luca, ancora pesce, poi un momento di calma. Prima di uscire fuori pure io volevo vedere se Luca fosse riuscito a mantenere un buon ritmo, ma in verità è stato il mio ritmo a calare troppo e a indurmi ad uscire sulla sua stessa linea. Erano passate già più di due ore, e la nostra strategia mirava più che altro a stare davanti a Ricci – Urso, non certo ad insidiare Cambi – Massi che sembravano davvero imbattibili catturando moltissime carpe ed anche un bellissimo Amur di sicuro superiore ai 5 kg. Nell’altro settore le cose andavano meno bene : minori catture (come da tradizione nella parte sinistra di questa sponda), ma la coppia Manganelli – Palei, autrice di un ottimo avvio di stagione si stava imponendo con autorevolezza. Dunque rompo gli indugi ed esco fuori come Luca : da quel momento in avanti, fino alla fine della gara, più o meno, ho fatto un pesce ogni due lanci, e anche Luca si stava dando da fare. E allo stesso modo Cambi – Massi, che hanno rallentato leggermente soltanto nell’ultima ora. Stava maturando in noi la coscienza di poter arrivare comodamente secondi, ma….. sperare non costa niente, per cui concentrazione massima su ogni recupero nel tentativo di colmare il gap con i primi.




Al segnale di fine gara siamo davvero stanchi, e Luca mi comunica che comunque, secondo i suoi calcoli non ce l’abbiamo fatta, troppo superiore il ritmo delle catture di Cambi – Massi. Arriviamo a pesare : noi 41222, non male ma siamo sicuri che gli altri si attesteranno intorno ai 50 kg e invece……38540 grammi! Riusciamo a spuntarla di poco, a numero di catture ci sono molto superiori ma le loro sono di taglia inferiore alle nostre : riusciamo incredibilmente a concludere vittoriosi un recupero iniziato praticamente alla terza ora contro una coppia che ha preso carpe praticamente per tutte e 4 le ore di gara. Una soddisfazione incredibile, soprattutto perché si tratta di una vittoria ottenuta contro degli avversari fortissimi. Nell’altro settore Manganelli – Palei vincono con 26160 staccando di molto Arminante – Bartolozzi che concludono con 17940. La giornata si conclude come al solito con una bella mangiata al ristorante sul lago. Si replica Venerdì 1 Maggio con la terza ed ultima gara che assegnerà il titolo di Campioni LBF Toscana.