PESCA AL COLPO

2° Prova Provinciale Individuale pesca al colpo di Salerno


PROVINCIALE INDIVIDUALE PESCA AL COLPO DI SALERNO

Domenica 25 aprile nelle acque della Diga Alento, si è tenuta la II prova del Campionato Provinciale Individuale di Pesca al Colpo 2014. Quest’anno purtroppo il numero dei partecipanti è stato piuttosto ridotto e riuscire ad individuare le cause della scarsa partecipazione non è affatto facile. I fattori che spingono tanti agonisti a rimanere a casa sono tanti, c’è chi è impegnato con il lavoro (il 25 aprile è una festività infrasettimanale e molte attività restano aperte), il susseguirsi di diverse gare nelle scorse settimane e dell’inizio di altre nella prossima e non per ultimo la non facile crisi economica che spinge tante persone a fare delle scelte ben precise sul numero e il tipo di competizioni a cui aderire .Tornando alla gara c’è da dire che la sponda dell’invaso utilizzata è quella identificata come seconda e terza zona. Per la cronaca, la gara ha visto una buona pescata fatta di catture sia di carpe che di cavedani di buona taglia mentre l’alborella non è stata presente in buon numero ,infatti nessuno ha puntato su questo tipo di pesca. Le tecniche usate dagli agonisti sono state le più svariate partendo dalla roubasienne (tecnica che ha dato i migliori risultati) per poi passare alle canne fisse nelle misure dalla cinque metri fino ad arrivare alla otto metri per la cattura di carpe e cavedani. Stesso discorso per quanto riguarda le pasture, infatti c’è stato chi ha usato quelle di colore giallo e dolce per carpa, chi ha preferito miscelare una pastura scura con una chiara cercando così di ricavare un colore nocciola in modo tale da non avere un contrasto troppo forte con il fondo. Anche le esche usate sono state varie (mais e bigattini dai vari colori, raparini e chi più ne ha più ne metta). Alla fine della gara i pesci portati alla pesa (una media di cinque chili a concorrente) sono stati bellissimi cavedani, carpe e pochissime alborelle. I migliori pesi li hanno fatti registrare Ferro Alberto tesserato del CPS Sele Trabucco con oltre 10 chilogrammi e Marigliano Michele della società ADPS San Marzano Milo che con ben 11 chilogrammi non solo ha vinto il settore ma è risultato il primo assoluto. A dire il vero i pesi sarebbero potuti essere anche maggiori ma tanti cavedani presenti hanno reagito alle esche con affondate fulminee del galleggiante che ha reso difficilissimo la loro cattura mentre le famigerate carpe dell’Alento non sono certo facili da prendere come una volta, oramai hanno imparato a “ leggere e scrivere “. Tornati al raduno per la premiazioni i concorrenti si dimostravano soddisfatti del buon esito della pescata anche se riuscire a fare un buon risultato su questo campo gara non è più facile come una volta anzi richiede una buona padronanza delle più svariate tecniche di pesca.




CLICCA QUI PER  VEDERE LE FOTO

 Per Fishingmania dalla Diga Alento, Peppe Bosco