NOTIZIE DAL MONDO

Aggiornamento Fiuma in Mandria


SITUAZIONE FIUMA IN MANDRIA

Il persistere di un tempo incerto con temporali frequenti anche per i prossimi giorni, mantiene la Fiuma in condizioni di acqua ferma e a livello normale. La domenica vi possono essere condizioni di leggera corrente montante, da destra a sinistra, che però non disturba la pesca sia a roubaisienne lunga con lenze inferiori anche al mezzo grammo che all’inglese. Quest’ultima può essere praticata sia in vicinanza della sponda opposta, anche con meno di un metro di acqua, oppure a circa cinque/otto metri dalle cannette facendo appoggiare l’esca sul fondo per circa mezzo metro. La colorazione dell’acqua rimane opalina e permette l’impiego di finali non eccessivamente sottili. Il carassio da 50-100 grammi rimane la cattura più frequente, mentre non sono rari esemplari da 300-400 grammi innescando cagnotti colorati sia vivi che morti, oppure in abbinamento con uno o due vermetti. Pastura dolce di colore nocciola, scodellata per la pesca a roubaisienne oppure a scoppiare per la ricerca del carassio in superficie con l’inglese. Utilizzando il fouilles è facile richiamare diversi pesci gatto di taglia da 30 a 120 grammi.

Per quanto riguarda il feeder medesime modalità di esche e pastura, con la scelta di cage non superiori ai trenta grammi e vettini molto sensibili da massimo un oncia. Da evidenziare che diversi picchetti in Mandria Nuova sono letteralmente coperti da cannette che ostacolano non poco la pesca e soprattutto quella a feeder, impedendo il posizionamento obliquo della canna.

Domenica 5 giugno i campi gara di Mandria Nuova e Vecchia saranno completamente occupati dal campionato provinciale a squadre di pesca al colpo di Milano e dal Campionato Interprovinciale Feeder per le province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena.