PESCA AL COLPO

Assegnati i Titoli Italiani Giovanili Colpo in Cavo Lama


ITALIANI GIOVANILI DI PESCA AL COLPO

Da oggi pomeriggio ci sono quattro nuovi campioni italiani nelle categorie giovanili di pesca al colpo dopo le due prove che si sono svolte in questo week end al Cavo Lama. Come potrete ricordare dall’articolo di ieri relativo alla prima prova, il canale ha risposto in maniera decisamente buona regalando un’ottima pescosità come non si vedeva da tempo nel canale modenese. Dopo il bel tempo della giornata di sabato, come già ampiamente previsto, il meteo è cambiato di colpo “regalando” agli oltre 170 giovani agonisti una gara decisamente umida a causa della perturbazione che ha portato rovesci sparsi. Pioggia che poi ha lasciato spazio al bel tempo ed al sole giust’appunto per le premiazioni.




Quattro categorie per decretare i quattro nuovi campioni italiani tra allievi, giovanissimi, juniores ed esordienti che hanno comunque dovuto darsi vera e propria battaglia per poter portare a casa il titolo. Nonostante la pescosità sia stata buona, di certo le condizioni meteo hanno reso tutto più difficile, considerando specialmente il fatto che era importante riuscire a mantenere un buon ritmo di catture e capire come catturare il pesce una volta rallentate le mangiate.

Nella categoria degli juniores è stata lotta aperta per il titolo con due ragazzi appaiati in vetta a tre penalità, ma divisi dal peso. A spuntarla è stato Mattia Manzardo de La Casaleonese Colmic grazie agli otto chilogrammi complessivi, mentre la medaglia d’argento Alberto Visciglia della Alap Tau Lucca Maver si è fermato a 6.780 grammi. Terzo gradino del podio per il campione regionale lombardo Nicholas Squintani della società Bassa Lodigiana Senna Acqua Azzurra Milo con quattro punti, frutto di due secondi posti.

Negli esordienti il nuovo campione italiano è Simone Ottaviani della San Faustino Gino Nasi Sensas, unico capace di conquistare due volte il proprio settore. Chi invece ha vinto nella giornata di sabato non è riuscito a ripetersi chiudendo con un piazzamento nelle prime tre posizioni e lottando per i due restanti gradini del podio. In tre si sono presentati al raduno con tre penalità, ma in virtù dei pesi maggiori l’hanno spuntata Riccardo Miari del Gatto Azzurro Colmic con 5.680  grammi e Nicholas Vaccari della Pesca Sport FE Casumaresi Tubertini con 5.490 grammi.

Arriva invece dal Centro Italia il nuovo campione italiano degli allievi e stiamo parlando di Maicol Marchetti della GPS Mondolfo Milo che ha chiuso con due vittorie di settore e l’assoluto di giornata che gli ha permesso di vincere la resistenza di Andrea Azzimondi de Il Vairone Maver. Terzo gradino del podio per l’assoluto del sabato, Filippo Andreotti della Alap Tau Lucca Maver che ha chiuso con tre penalità.

Va a Milano il titolo dei giovanissimi grazie alla vittoria con due primi di Matteo Faletra della F.lli Campana Tubertini, che ha preceduto Andrea Filippi della Amo Santarcangiolese Colmic ed il compagno di squadra alla F.lli Campana Tubertini Riccardo Pavanello.

Foto di Emilio Cozzi