PESCA AL COLPO

British Job 2° prova – Comanda Angelo De Pascalis


BRITISH JOB – ANGELO DE PASCALIS IN TESTA DOPO DUE PROVE

Lo scorso anno fu un vero successo per la concezione di gara differente dal solito. Tutte le tecniche consentite, dalla roubaisienne all’inglese, passando per la pesca a feeder. Insomma, una gara in pieno stile inglese al punto che gli organizzatori hanno avuto la brillante idea di chiamarlo British Job.




Un evento organizzato da Massimo Valentini del negozio Predatori & Prede di Casale Monferrato che per la seconda edizione ha scelto i Laghi di Casaleggio, nel novarese, organizzando il tutto con la collaborazione delle aziende Milo, Bait Tech e Preston Innovations, Inizialmente l’idea era quella di organizzare delle gare ad eliminazione, partendo dal venerdì fino alla finalissima della domenica, ma visto il numero non alto di partecipanti è stato deciso di svolgere tre gare in tre giorni, dando parola solamente al peso conclusivo. Una buona idea, utile anche per far girare i picchetti in caso di sorteggi sfortunati nella prima giornata di gara e di dare a tutti le stesse possibilità di pescato. Diciassette i partecipanti a questa seconda edizione che fino ad ora vede sull’albo d’oro Massimiliano Loda come primo vincitore. La prima giornata di gara si è svolta venerdì 2 ottobre in condizioni decisamente autunnali oppure, se vogliamo essere più precisi, davvero in condizioni “British”: pioggia e temperatura non superiore ai 14 gradi. Se pensiamo che un anno fa c’erano ancora 25 gradi, condizioni completamente differenti. Nonostante la pioggia il lago grande del complesso di Casaleggio ha risposto abbastanza bene, anche se c’è stato chi, in cinque ore di gara, ha faticato a portare alla pesa dieci chilogrammi di pesce. Gara decisamente tecnica e indirizzata al 99% sulla tecnica del feeder, decisamente più redditizia rispetto alle tecniche del colpo in quel contesto. Primo assoluto di giornata è risultato Angelo De Pascalis che ha fatto registrare ben 38 chilogrammi, lasciando il secondo in classifica Francesco Benatti a 25 chili. A seguire tutti gli altri.
Come prevedibile, la seconda giornata di gara ha movimentato un po’ la classifica generale, con nuovi sorteggi che hanno impedito ai concorrenti del venerdì di ricapitare nello stesso picchetto. Migliore la situazione dal punto di vista del meteo, diversamente da quanto pronosticato dalle previsioni, con la pioggia che ha risparmiato i presenti alla gara. Grazie alla gara del giorno prima il pesce sembra essersi mosso ulteriormente, al punto che tutti i picchetti hanno regalato una pescosità decisamente superiore. Inutile dire che ancora una volta il feeder è stata la tecnica più utilizzata e lo sarà di certo anche nella gara conclusiva della domenica. Gara che ormai ha preso i binari del campione di Calendasco visto che Angelo De Pascalis ancora detta legge e registra ancora un altro assoluto da 35 chilogrammi lasciando a “soli” 27 chili il secondo di giornata Mirko Govi. L’azzurro due volte campione italiano De Pascalis comanda con quasi 74 chilogrammi complessivi, ed un vantaggio di circa 23 chilogrammi sul secondo in classifica Mirko Govi. Un vantaggio significativo in vista dell’ultima prova. Se volessimo parlare dal punto di vista dell’agonista, sicuramente potremmo dire che non è ancora finito tutto visto che a Casaleggio si può prendere un picchetto decisamente buono che stravolgi la classifica. Ma conoscendo chi si trova in testa alla classifica possiamo quasi dire che all’80% si ha già il nome del secondo vincitore del British Job. Ormai manca solo l’ufficialità dopo le ultime cinque ore della domenica.