Coppa Fisheries Milano - 2° prova PESCA A FEEDER

Coppa Fisheries Milano – Un trio al comando


COPPA FISHERIES MILANO FEEDER – 2° PROVA

Dopo due mesi di pausa, torna la selettiva milanese della Coppa Fisheries di pesca a feeder. La Coppa Fisheries Milano si svolge in tre prove, come nel resto d’Italia e sono organizzate tutte al Laghett di Amis di Bareggio. Da sempre il carpodromo più redditizi dell’hinterland della metropoli lombarda. Oltre ad essere inoltre anche quello in grado di contenere senza problemi i quaranta iscritti.




Volutamente l’organizzazione ha deciso di lasciar libero il mese di gennaio, storicamente il peggiore a Bareggio. Ed effettivamente è stato un bene se consideriamo che per un paio di settimane il lago è risultato ghiacciato. Una patina di ghiaccio abbastanza spessa figlia delle temperature rigide delle campagna milanesi. Anche lo scorso anno la seconda prova si svolse in febbraio, con buoni risultati.

Purtroppo però, non si può dire lo stesso della gara del 18 febbraio. Nonostante le temperature miti della settimana, il pesce ha faticato a rispondere. E pensare che per tutti i novanta minuti di preparazione il pesce si è fatto vedere in superficie. Magari pescando sollevati all’inglese si sarebbe preso di più, ma questa era una gara a feeder. Obbligatoria la pesca attaccati sul fondo.

Inevitabilmente la scelta di tutti è stata quella di affrontare la gara in maniera abbastanza light. Terminali di diametro non superiore agli 0.14 millimetri ed utilizzo di quiver sensibili per vedere tutte le mangiate. In particolare quelle dei carassi, fondamentali in alcuni picchetti per recuperare del peso.

Alla fine il pesce è risultato abbastanza imbrancato in determinati picchetti rispetto ad altri. Pochi i pesci di taglia, con qualche carpa oltre i due chilogrammi di peso ed anche esemplari tra i 4000 e 5000 punti. Mediamente però le catture sono state basse. A conti fatti il pesce non ha risposto come si pensava, con una media di tre – quattro pesci per persona. Purtroppo non sono mancati i cappotti. Quasi un evento per il Laghett di Amis.

Nonostante tutte queste difficoltà, in tre sono riusciti a confermarsi. Un trio di agonisti è infatti al comando di questa Coppa Fisheries Milano. Davanti a tutti per il peso maggiore c’è Jacopo Baldan della Cagnacci Colmic con oltre quarantacinque chili. Secondo Massimiliano Gatti della Sharks con 42100 grammi. Terzo Ermes Roveda con 41840 grammi ed assoluto di giornata con quasi sedici chili.

Altra pausa di un mese per la prova conclusiva che decreterà i qualificati alle semifinali. Ancora non è dato a sapersi il quorum esatto. Quasi sicuramente  la metà accederà alle due semifinali del Lago Mallone.

TUTTE LE FOTO – CLICCA QUI

SETTORI – coppa-fisheries-milano-2017-2-prova

PROGRESSIVA – coppa-fisheries-milano-2017-progressiva-2-prova