PESCA AL COLPO

Fine delle danze per molti Trofei di Serie A


CONCLUSIONE PER MOLTI TROFEI DI SERIE A

Domenica 28 settembre è stata una giornata ricca di gare a squadre, tra cui tutti i Trofei di Serie A. Giornata che in molti casi ha determinato il termine del campionato con tanti verdetti, tra chi ha vinto, chi è salito sul podio, chi è riuscito a qualificarsi al prossimo CIS, chi si è salvato e chi invece il prossimo anno dovrà ricominciare dai campionati regionali. Iniziamo da Nord Ovest, con il Trofeo di Serie A1 che in un difficile e povero Fissero sui campi di Garolda e Cà Vecchia ha deciso la vittoria finale della F.lli Campana Tubertini, un successo che sicuramente sarà dedicato alla memoria di Daniele Casiraghi scomparso poco più di un anno fa. Al secondo posto la Sommesi Hydra di Giancarlo Armiraglio e terza la squadra de Le Groane Maver. Le classifiche di questo campionato arriveranno a breve




Conclusione anche per il Trofeo di Serie A2 sul campo di Ostellato. Di certo non il migliore Ostellato della stagione vista la pescosità bassa anche in questo caso ed una media procapite di circa un chilo e mezzo, un peso che in molti casi può essere determinato da uno o due pesci al massimo. Vince la squadra, quasi di casa, della GPO Imolese Tubertini con sole cinque penalità, davanti alla Bellaria – Rimini Miramare Maver ed all’Amo Santarcangiolese Colmic con nove penalità. Alla fine queste tre squadre si sono giocate il podio finale e non è bastata una prova quasi perfetta per scalzare la squadra di Santarcangelo di Romagna dalla vetta, la quale conquista la Serie A2 2014 davanti proprio al GPO Imolese Tubertini ed alla Bellaria Rimini Miramare Maver. I punteggi sono stati rispettivamente di 61, 66 e 67 punti.

GIORNATA

PROGRESSIVA

Lo Scolmatore dell’Arno ha ospitato invece la prova terminale del Trofeo di Serie A3 riservato alle società emiliane e toscane. Un campo gara che nel crso degli anni ha avuto diversi giudizi, positivi e tanti negativi ma che questa volta non ha deluso le aspettative con una buona pescosità. Basti pensare che la media è stata superiore ai tre chilogrammi e mezzo, con la seconda zona ad essere la più pescosa con oltre quattro chili a testa. Vince la gara di giornata la forte compagine dell’Alto Panaro Sensas Stonfo con otto penalità ed un complessivo di ben 25 chilogrammi. Seconda piazza per i pisani della L.P. Valdera L.Pontederese Colmic Squadra B con dieci penalità e terza la Lenza Parmense Maver con 10,5 punti. Quarta piazza per la squadra A della L.P. Valdera Pontederese Colmic che si ripete dopo lo scorso anno andando a vincere ancora il Trofeo di Serie A3 con 49,5 penalità complessive, davanti alla Lenza Aglianese Colmic con cinquantadue punti ed alla Pasquino Colmic con 58,3 punti. Curioso come il gioco dei mezzi scarti abbia estromesso dal podio la Vasca Azzurra Pappiana Tubertini per soli 0.2 punti.

GIORNATA

PROGRESSIVA

Passiamo al Centro Italia con le squadre di Umbria e Marche impegnate nel Trofeo di Serie A4. In questo caso si è svolta la quarta prova sul Lago di Corbara e bisognerà attendere ancora qualche settimana prima dei verdetti definitivi. Resa soddisfacente per il lago creato dal Tevere in territorio laziale, con la pescosità che è stata maggiore in prima zona con quasi quattro chili e mezzo a pescatore e che è andata via, via calando spostandosi verso l’ultima zona fino a poco meno di tre chili a testa. Un campionato che comujnque vede la partecipazione di un numero ristretto di concorrenti in quanto rispetto agli altri Trofei di Serie A del nord ci sono solamente venticinque squadre. Punteggi alti per questa quarta prova con Blue River Maver e Aquafans Team Sensas Alcedo a dividersi la vetta giornaliera con dodici punti, davanti al Pesca Club Bastia ed al Fisher Team Macerata C.tte Verdini Colmic con tredici penalità. Ad una prova dal termine l’Aquafans Team Alcedo Sensas comanda con 64,5 punti ed un buon margine sui vincitori di giornata della Blue River Maver a 73 punti. Terzo posto a parimerito per il Pesca Club A.R.C.S. Milo Magica Pesca ed il Fishing Club Morrovalle con 74 penalità.

GIORNATA

PROGRESSIVA

Infine ultima prova per le squadre di Abruzzo e Lazio sul Fiume Ufente che si è dimostrato davvero difficile da affrontare al punto che sono risultati quattro cappotti e la pescosità che a fatica ha superato il chilogrammo di peso, lasciando addirittura la seconda zona sotto i novecento grammi per pescatore. Tra le ventitre società presenti, vittoria di tappa per La Libera Colmic con nove penalità, davanti all’Aspes Colmic con 13 punti ed a Lo Svasso Milo con ben diciassette punti. Alla fine la vittoria de La Libera Colmic è stata determinante per la vittoria finale con 70 punti complessivi, davanti al Team Blue Marlin Roma Ggianty Tubertini a 76 punti e l’Aspes Colmic con 77 punti ed un 44 penalità che pesano come un macigno sulla classifica finale.

GIORNATA

PROGRESSIVA