www.fishingmania.it
Tutto il mondo della pesca in rete!

Distrutto parte del campo gara di Masio!

RIDOTTO IL CAMPO GARA DI MASIO SUL TANARO

Siamo purtroppo alle solite. Ci eravamo per un attimo illusi che fosse cambiato qualcosa, soprattutto quest’anno con l’introduzione del “pedaggio”, passatemi il termine, nei campi gara permanenti della provincia di Alessandria atto a migliorarne la qualità. Si tratta di un obolo di pochissimi euro che noi pescatori siamo disposti a pagare per mantenere in buone condizioni i nostri campi. Si sa, in molti campi gara è necessario un tesserino dal costo di non più di cinque euro per accedervi e pescare istituito perchè sappiamo tutti quanto costa e quanti sacrifici alcuni di noi fanno per far si che i tratti Fipsas vengano mantenuti in buono stato. Potrete immaginare come abbiamo appreso la notizia oggi quando, raggiungendo il nostro amato Tanaro a Masio, campo gara famoso e conosciuto da moltissimi agonisti italiani di pesca al colpo e feeder, lo abbiamo trovato con una bella autostrada fatta con un escavatore, che non solo ha tolto quasi una decina di picchetti, ma ha anche distrutto un pezzo di argine. Il grande genio che ha compiuto l’opera, mi sa che è meglio chiamarlo così, non si è limitato solo a questo ma ha pensato bene di tagliare e buttare in acqua anche una bella pianta che li sostava da tempo.

Secondo la ricostruzione dei fatti, che sono ancora da chiarire, il Comune di Masio avrebbe dato il permesso alla Societa Sportiva dei Canottieri locali di costruire uno scivolo per le canoe. Ovviamente i geni sia del Comune che della società di canottieri non si sono minimamente preoccupati di avvisare la FIPSAS locale. Fipsas che, da quanto ho memoria io, ha in piena gestione il tratto di fiume a monte e a valle del ponte con un campo gara permanente che ospita annualmente una prova del Trofeo di Serie A1 di pesca al colpo. Oltre a non chiedere permessi alla Fipsas, bisogna anche aggiungere che sembra proprio non si siano preoccupati minimamente di chiedere le autorizzazioni necessarie. Staremo un po’ a vedere come procederanno i fatti e speriamo che almeno questa volta qualcuno ci stia ad ascoltare, considerando tra l’altro quando porta la pesca alle attività commerciali della zona in termini economici.

Per Fishingmania – Massimo Valentini

Translate »