PESCA A FEEDER

Eccellenza Nord Feeder – La Lanza domina a Piantamelon


IL LANZA VINCE LA 1° PROVA DELL’ECCELLENZA FEEDER A PIANTAMELON

Da pochi minuti si è conclusa la prima prova del Trofeo Eccellenza Nord di pesca a feeder svoltasi sul Canal Bianco al campo gara di Piantamelon. Nuovo campionato, questo, che è iniziato nell’ultimo giorno di inverno ma che ha regalato una giornata priva di vento e con temperature gradevole nella tarda mattinata, dopo il nebbione che ha accolto al raduno i quasi duecento agonisti. Quarantasei le squadre partecipanti con una risposta molto alta da parte degli agonisti per questo trofeo di tre prove che porterà le prime classificate alle finali del campionato italiano a squadre. È stata una gara molto difficile, in particolar modo per le condizioni del canale che ha condizionato non poco la pescata e la risposta del pesce. Come ampiamente previsto dalle tabelle delle maree di Venezia, alle nove la marea ha raggiunto il suo picco massimo per poi iniziare a scendere e correre per tutta la durata della gara. Proprio la velocità della corrente ha reso molto difficili le cose per tanti pescatori non abituati a situazioni simili. A parte la prima ora, dopo l’inizio gara posticipato alle ore 10, dov’è stato possibile pescare con una quarantina di granmi, man mano che il livello idrometrico è sceso è stato obbligatorio aumentare le grammature dei cage ed open end. Molto cambiava da zona a zona. La prima zona è stata quella più difficile da affrontare in quanto i primi settori sono stati picchettati in un tratto creato appositamente durante la settimana per far si che tutte le zone fossero a Piantamelon. In questo tratto il fondale è decisamente irregolare con delle secche per diversi metri da riva, oltre a risultare più stretto, fattore che ha inciso sull’uso di pasturatori pesanti. Tratto praticamente vergine e pesci più sospettosi. Non molto diversa la situazione della seconda zona, in curva, e della terza che ha regalato comunque buoni pesi. La quarta zona è stata quella più pescosa, con la corrente più regolare  ma sempre molto sostenuta e mai più lenta nelle cinque ore, dove è stato registrato l’assoluto di giornata da parte di Cristiano Barbaro della Cagnacci Colmic con ben più di diciassette chili di breme tutte di buona taglia e pescate con il verme e pasturatori tra 90 e 120 grammi. Difficile dire quale sia stata l’esca determinante visto che il pesce ha risposto bene sia su cagnotti bianchi e colorati, caster e pinkerini, vermi e ver de vase. Forse quest’ultimo per molti è stata l’arma determinante per portare in nassa le diffidenti breme rovigine. Ed è stata l’arma fondamentale della società comasca Lanza che ha letteralmente dominato la prova con cinque sole penalità grazie alle perfette prove di Luca Pera, Giuseppe Cipolla e Mario Traversoni, vincitori dei loro settori ed il secondo posto di Massimiliano Colombo. Da sottolineare la prova di Luca Pera che non solo ha vinto con più di dieci chili ma si è permesso di doppiare il secondo, un certo Mirko Govi che ben conosce il canale. Come poi leggerete nell’intervista, proprio la conoscenza delle esche è stata fondamentale per i ragazzi della Lanza sponsorizzata tra l’altro anche dal negozio Fishingitalia di Saronno. Merito anche ai padroni di casa della Futura 2000 Colmic che piazzano ancora una squadra sul podio di giornata totalizzando 7 penalità con tre primi ed un quarto. Terza piazza la Team LBF Italia Fishingitalia Preston Innovations con dieci penalità, le stesse del Gatto Azzurro Colmic. Ora un mese di pausa, prima della seconda prova che si svolgerà in Canale Brian al 25 aprile.




Da sottolineare l’ottima organizzazione della Pescatori Padovani Tubertini, perfettamente guidata dal direttore di gara Paolo Bettella, che ha posizionato anche dei sacchi della spazzatura che purtroppo sul campo gara rodigiano non sono mai stati posizionati.

CLASSIFICA PROGRESSIVA – 129567_eccellenza nord feeder 1 prova

SETTORI – 20079_CG_1 prova giornata

1 commento on Eccellenza Nord Feeder – La Lanza domina a Piantamelon

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *