PESCA A FEEDER

Esperienza e conoscenza per il Lanza Feeder a Piantamelon


INTERVISTA ALLA LANZA FEEDER

Se il buongiorno si vede dal mattino, allora sarà un bel campionato per il Lanza Feeder. Potremmo riassumere così la vittoriosa giornata dei ragazzi della società comasca di Gerolamo Viganò che a Piantamelon sul Canal Bianco, in occasione della prima prova del Trofeo Eccellenza Nord Feeder hanno letteralmente controllato la gara dall’inizio alla fine portando al raduno sole cinque penalità. Una partenza sprint per mettere subito in chiaro le carte e proporsi come pretendenti assoluti non solo alla conquista di questo mini campionato, ma anche a dire la loro alle finali del CIS Feeder. Per capire come hanno pescato i ragazzi insubrici abbiamo subito parlato con i due co-capitani delle due squadre presenti, Luca Pera e Giuseppe Cipolla.




Luca, Giuseppe, che inizio! Pronti via, nuova avventura e partenza con il botto, anzi, cinque botti da tre primi ed un secondo di settore e tutti all’incirca avete pesato tra i dieci ed undici chili di peso. Raccontate agli amici di Fishingmania la vostra gara, come l’avete impostata?

Dopo le prove del sabato avevamo notato che il pesce era ben presente sul campo gara, ma nonostante ciò voleva essere trattato bene ovvero obbligandoci ad usare ami piccoli e filo fine, oltre al peso del piombo ideale per le condizioni della corrente quindi tra i cinquanta e sessanta grammi, variabile a seconda delle zone. Poi dopo la conoscenza del campo in questi anni ci ha sicuramente aiutato, senza dimenticare quanto sia fondamentale la nostra conoscenza delle esche ed in particolar modo del fouilles e ver de vase. Si sa benissimo che in questo posto quando si inizia a pasturare con del fouilles tutto quello che è successo il giorno prima cambia drasticamente. Ecco quindi che ci siamo preparati per fare una pesca di ricerca, cercando di mettere in nassa tutto quello che passava. E’ stata alla fine la pesca che ha pagato in tutti e quattro i settori.

Avete quindi fatto un “misto tutto”, se possiamo dirla così?

Si, decisamente. Personalmente (Luca Pera, ndr) ho fatto sui sessanta pesci. Escluse un paio di bremotte sui quattro etti le altre catture sono state placchette e breme fino a 150 grammi circa.

Tu Luca eri in prima zona e hai fatto una pescata spettacolare, vincendo il tuo settore con dieci chili e, soprattutto, permettendoti di andare a doppiare il secondo in termini di peso. Ed il secondo di settore, a spalla, è risultato un certo Mirko Govi che qualcosa di pesca ne conosce.

Beh, vuol dire che ho impostato bene la gara! Ad ogni modo siamo contentissimi di questo risultato iniziale e speriamo di continuare così. Un ringraziamento è obbligatorio alla società Lanza ed il suo presidente Momo Viganò, oltre ad uno degli sponsor della squadra ovvero Fishingitalia.