PESCA AL COLPO

Fiuma povera per la 1° e 2° Serie Individuale di Milano


INDIVIDUALI DI MILANO – INIZIO IN FIUMA

La Fiuma da ormai alcuni anni risulta essere uno dei campi gara più complicati da affrontare ad inizio stagione e queste difficoltà, anche nel 2016, si stanno ripetendo nel mese di maggio. In contemporanea con i provinciali giovanili, la sezione Fipsas di Milano ha organizzato sul canale reggiano al campo gara della Mandria il campionato provinciale individuale di pesca al colpo seniores organizzato dalla società di Solaro de Le Groane Maver. Cento gli iscritti al provinciale, con trenta presenze per la 1° serie e settanta per la seconda serie. Pescosità davvero bassa per questa prima prova in entrambe le serie, con la maggior parte dei concorrenti che hanno portato alla pesa meno di un chilogrammo di pesce. Nonostante la costante presenza di corrente sul canale, la maggior parte dei concorrenti hanno girato la propria gara pescando all’inglese sulla sponda opposta in prossimità delle cannette. Pochi i pesci catturati da parte di ogni pescatore, costituiti prevalentemente da carassi e qualche sporadica breme. I pesci di taglia in questo caso non sono praticamente usciti, nemmeno pescando in roubaisienne a corta distanza.

Per quanto riguarda la prima serie, assoluto di giornata è risultato Eddy Miozzo della Longobardi Milo con 1600 grammi, mentre gli altri due vincitori di settore sono stati due soci della F.lli Campana Tubertini con 1200 grammi, Massimiliano Massola e Massimo Toretta.

SETTORI – settori

PROGRESSIVA – progressiva

In seconda serie invece si sono visti pesi un po’ più alti per i primi di settore, con pesate tra il chilo ed i due chili circa. Unica a superare i duemila punti e pesare precisamente 2190 grammi è stato Alberto Longoni della Amatese Pertusini Maver. A seguiro Giorgio Ghinatti della Sangiulianesi 81 Colmic, Mirco Faustini de Le Groane Maver, Roberto Loretelli de I Cagnacci Colmic e via, via tutti gli altri.

SETTORI – settori (1)

PROGRESSIVA – progressiva (1)

Due mesi di stop e poi al 17 luglio i cento agonisti milanesi torneranno in gara per la seconda prova sul Cavo Lama.