Garbolino Day 2017 Molise NOTIZIE DAL MONDO

Garbolino Day 2017 in Molise


GARBOLINO DAY 2017 MOLISE

Continuano le giornate sponsorizzate, organizzate dal negozio di Campobasso PescaProject. Domenica 12 Novembre è stato il turno del Day dedicato ad uno storico brand francese come Garbolino. Già dal sabato, presso il negozio del capoluogo molisano, si è svolta la presentazione dei prodotti Garbolino, Allux e Trapper. Una presentazione tenuta da Alberto Neri, rappresentante di Italia Fishing, distributore del marchio Garbolino in Italia. In diversi si sono presentati nel negozio di Ernesto per vedere questi prodotti francesi.




La domenica ci si è spostati presso i laghi di Alifana per la prima edizione del Garbolino Day 2017. Buona la partecipazione con una trentina di agonisti provenienti non solo dal Molise, ma anche da Puglia, Abruzzo e Campani. Per questo evento la maggior parte dei partecipanti hanno occupato il settore feeder, presente con due settori. Uno solo invece il settore della pesca al colpo che ha visto in gara come gradito ospite e pescatore Alberto Neri.

Una bella giornata di sole ha accompagnato le quattro ore di gara e le pochissime mangiate dei pesci che parevano completamente scomparsi. Ciò ha inevitabilmente determinato una bassissima pescosità e solo in poche zone del lago. Non sono purtroppo mancate anche alcuni cappotti portati da agonisti esperti.

L’impeccabile organizzazione e soprattutto l’atmosfera creatasi tra i partecipanti hanno determinato comunque la buona riuscita della giornata. Una giornata continuata con la premiazione di tutti i presenti, non solo dei vincitori e dei piazzati. Per l’occasione i premi sono stati offerti dal negozio PescaProject e Garbolino.

Nel colpo il bravo Attilio Gianfagna con un amur di taglia ha avuto la meglio su Giovanni Casandro. Nel Feeder i vincitori dei settori sono stati Fabio Zeoli e Marco Pilla, quest’ultimo primo l’assoluto con poco più di 10 chilogrammi. Una straordinaria prestazione se si pensa che con 3 kg, quindi 2 o 3 pesci, ci si giocava il podio.

Dopo le premiazioni e le foto di rito molti si sono trattenuti con Alberto Neri per provare e vedere le nuove canne Garbolino ed i mulinelli Allux. Fino a qui la cronaca di una giornata bellissima passata in compagnia di pescatori e amici che l’hanno resa davvero speciale. Un’organizzazione ottima e la possibilità di testare prodotti di indubbia qualità.

Ma per una volta permettetemi una divagazione personale e non solo. Una considerazione che nasce dalle tante critiche sulla pescosità del lago che ho potuto ascoltare alla fine gara. Premesso che chi gestisce il lago lo fa con impegno e sacrificio, dandoci la possibilità di organizzare questo tipo di manifestazioni, bisogna anche dire che il lago sembra sempre più impoverito e meno pescoso. Sicuramente il calo delle temperature è un fattore determinante. C’è da dire però che queste temperature sono stabili da ormai un mese. Io non sono certamente un ittiologo, né tanto meno ho le conoscenze per sapere le cause di una pescosità al limite della noia. Posso però dire che sono davvero preoccupato per le prossime gare della coppa fisheries che si svolgeranno nella struttura.

Una preoccupazione condivisa da molti. Parliamo degli stessi pescatori che fanno centinaia di chilometri e che spendono tanti soldi per partecipare alle manifestazioni di pesca. Degli eventi che dovrebbero regalare divertimento e catture. Non dovrebbero invece essere delle giornate passate a guardare la punta di una canna o un galleggiante per tre o quattro ore. Va bene che ci siano gare tecniche, dove si può prendere poco nonostante la presenza di pesce, ma non va bene che si debba pregare per sperare in una cattura.

Foto di Francesca Socci – TUTTE LE FOTO