PESCA A FEEDER

Gran successo per il 1° Trofeo Feeder Club Toscana


1° TROFEO FEEDER CLUB TOSCANA AL BORGHESE

È stato un grande spettacolo quello andato in scena la scorsa domenica al Lago Borghese di Monsummano Terme (PT) in occasione del primo Trofeo Feeder Club Toscana. Per questa gara secca si sono date battaglia, sulle rive del lago che ospiterà le prossime selezioni nazionali della Coppa Italia Fisheries, 24 coppie provenienti da tutte le province della Toscana: il meglio del Feeder Fishing regionale ben rappresentato da illustri personaggi di richiamo nazionale, come Andrea Canaccini e Giancarlo Ricci, rispettivamente campione d’Italia a squadre e regionale a coppie, Michele Batignani (vicecampione toscano a coppie) ed altri ancora.




La gara a coppie, la prima organizzata dal neonato “Feeder Club Toscana” ed in particolare dal sottoscritto, da Luca Carmignani e Gabriele Ciampalini con l’importantissima collaborazione di Gabriele Giacomelli e della Lenza Montecatinese Colmic, consisteva in una formula particolare in cui un componente della coppia era obbligato a pescare a feeder classico e l’altro a methodfeeder o pelletfeeder. Le due sponde lunghe, divise per l’occasione in quattro settori, hanno regalato una pescosità medio/bassa, con una media di 8/9 chili a coppia, situazione dettata sia dal periodo dell’anno sia dalla presenza contemporanea di altrettanti garisti al colpo. Molte le soluzioni provate e le linee di pesca sperimentate, anche in vista delle selettive precedentemente citate, senza però che i concorrenti riuscissero nel corso delle 4 ore ad avere una pescosità omogenea e, soprattutto, a trattenere il pesce in pastura nello stesso punto per un tempo accettabile; scarsissima la presenza di carassi, che era risultata invece dichiarata e inesorabile durante le prove e che ha costretto i garisti, soprattutto quelli che si occupavano del Feeder Fishing classico, ad escogitare gli stratagemmi più disparati, dall’utilizzo di pasture alternative al montaggio di terminali ed ami molto piccoli. Per quanto riguarda il method invece l’approccio migliore è risultato quello prettamente “invernale” di ricerca, con pasture scariche dal punto di vista nutrizionale ed esche molto piccole come mini-boiles da 8 mm e bigattini morti. In sostanza una gara molto difficile, tranne che per la coppia Balestri-Nannini, brava a sfruttare il sorteggio favorevole davanti all’isolotto, facendo registrare il peso assoluto di giornata con oltre 40 kg nel settore A. Gli altri tre primi di settore sono stati conquistati dalle coppie Manganelli – Scarlatti, Florio – Paolini e Costanzi – Del Dottori.

Senza dubbio un grande successo e una bella giornata passata all’insegna dell’amicizia e dello sport, ben organizzata e che ha fatto registrare una partecipazione oltre le nostre più rosee aspettative; un ringraziamento particolare va a Marcello Mazzarella che si è occupato del sorteggio pre-gara, ai gestori del lago, pazienti e disponibili come sempre e a Gabriele Giacomelli, importantissimo nell’economia dell’intera organizzazione. Continua la grande crescita del Feeder Fishing in Toscana!