PESCA AL COLPO

Grande festa “Verde Maver” ai Laghi Tensi


MAVER DAY AI TENSI

Ostellato, Peschiera, Cava Nord, Laghi Tensi. Questi quattro posti sono stati le principali location scelte come raduno per i vari agonisti vestiti in verde dalla Maver. Una delle ditte principali in Italia, ma non solo, che negli ultimi anni si è mossa molto bene sul mercato andando a sponsorizzare alcune delle principali società italiane e, specialmente, puntando molto sui giovani. E Maver per il 2014 ha deciso di intensificare ancora di più la propria presenza ai piani alti dei principali tornei nazionali andando a sponsorizzare due tra le più importanti società del Nord Italia come Le Groane e la Castelmaggiore, con l’obiettivo di riuscire a conquistare il tricolore con una di queste società, insieme alla già solida Lenza Parmense ed alla Pescatori Albiatesi.




Attorno all’ambiente Maver c’è veramente tanto entusiasmo al punto che sono diverse le manifestazioni organizzate con il colore verde al centro dell’attenzione. Per concludere in compagnia l’annata 2013, la società Lenza Azzurra di Lainate ha organizzato domenica 22 dicembre un Maver Day con tecnica obbligatoria roubaisienne ai Laghi Tensi di San Nazzaro Sesia. Uno degli impianti più richiesti dalla gran parte delle società per la realizzazione di diverse manifestazioni. Per accogliere i tanti iscritti, ben una sessantina, provenienti da Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna, gli organizzatori hanno picchettato il lago 2, quello contenente oltre alle carpe di media dimensione, anche tanti carassi. Nonostante fosse prevista molta pioggia per la giornata di domenica, il tempo è stato abbastanza clemente risparmiando tutti i presenti. Condizioni comunque non ottimali, che hanno un po’ deluso le aspettative di pescato, con alcuni concorrenti che non sono riusciti a presentare pesce alla bilancia ed altri che si sono dovuti accontentare solo di un paio di pesci. Il pesce è sembrato molto apatico alla pasturazione, andando a rispondere in certi casi più sul singolo rumore che sui cagnotti. Non sono state tante le carpe portate a guadino, mentre la pesca “in velocità” dei carassi ha reso molto di più, portando in alcuni casi anche alla vittoria di settore.

Alla fine la lotta per la vittoria finale è stata serrata, con pochi grammi a dividere i primi due assoluti; a spuntarla di meno di 300 grammi è stato Marcondini Enrico della Oleggesi Maver davanti a Caraffini Alessandro della Pescatori Albiatesi Maver, 14.380 contro 14.120. Terzo assoluto è risultato Omar Fadda della Cannisti Palazzolesi Maver con oltre dieci chili di carassi. Tutti i premi sono stati offerti dalla ditta Maver, presente con i suoi rappresentanti per Lombardia e Piemonte, Simone Donetti e Luigi Sacco, i quali hanno anche partecipato alla manifestazione. Ottima l’organizzazione della società milanese con a capo il presidente Roberto Decataldo che ha messo in piedi una vera e propria festa di fine anno, premiando anche chi non è entrato nei primi tre della classifica, con alcuni premi gastronomici molto graditi. Il tutto in attesa di ricominciare il lungo 2014 agonistico.

CLICCA QUI per tutte le foto

Omar Fadda e Paolo Lambrughi