Idroscalo a Bassfishing con Fish24 Bassfishing

Idroscalo a Bassfishing con Fish24


BASSFISHING ALL’IDROSCALO CON IL NEGOZIO FISH24

Il Bassfishing nel corso degli ultimi anni ha avuto una grandissima esplosione in Lombardia grazie ad una presenza sempre maggiore dei Black Bass, i boccaloni o persici trota se vogliamo chiamarli all’italiana. Una tecnica che ha avvicinato alla pesca moltissime persone, in particolare giovani. In generale è lo spinning ad avere un interesse sempre maggiore per la possibilità di catturare predatori affascinanti come lucci, perca e gli stessi black bass, senza dimenticare naturalmente lo spinning d’acqua salata. Di Bassfishing quest’anno abbiamo parlato moltissimo, andando a presentare alcune delle tante varianti che si possono adottare per insidiare questi centrarchidi. Ma non solo noi come sito d’informazione abbiamo capito quanto stia tirando questa variante dello spinning, anche alcuni negozi ne stanno scoprendo le potenzialità commerciali. Tra questi il negozio Fish24 di Corsico, un negozio nato quest’anno che avete avuto modo di conoscere circa un mese fa in occasione di un servizio sulle mini roubaisienne Milo assieme a Maurizio Teodoro. Fish24 è gestito da Christian Novelli che ha rilevato l’attività già esistente che aveva il nome di Silverfish. In pratica Fish24 nasce sulle ceneri di un altro storico negozio della cittadina milanese ovvero il Top della Pesca, che per quarant’anni era presente nella stessa via, poche decine di metri più distante.




Fish24 è un negozio che nasce con una forte base legata alla pesca al colpo, una tradizione in quest’area grazie alla vicinanza del Naviglio Grande e Naviglio Pavese, oltre ai tanti carpodromi situati in tutto l’hinterland milanese occidentale. Ma questa stessa zona è anche ricca di posti da sfruttare per la pesca a spinning. Gli stessi Navigli da sempre sono popolati da persici reali, lucci e luciperca, oltre ad altri laghi in cui si può praticare facilmente la pesca sia del luccio, che del black bass. Ma non lontano da Corsico c’è anche un altro specchio lacustre di grosse dimensioni che regala moltissime catture a spinning e di cui abbiamo parlato in passato: l’Idroscalo. Per chi si fosse perso gli articoli dello scorso anno, sappia che il “Lago di Milano” non è famoso solo per essere meta turistica domenicale per le grigliate, passeggiate e circuito cilistico/podistico, oltre ad un importante bacino di canottaggio. Nell’Idroscalo la pesca si pratica da sempre essendo popolato da un’altissima quantità di specie ittiche. Qualcuno si ricorderà che una decina di anni fa l’Idroscalo ospitò il Campionato del Mondo di Carpfishing. Carpe, carassi, breme, cavedani, gardon e pesci gatto americani sono presenti in quantità, ma non è molto semplice insidiarli. Più facile invece pescare a spinning, in particolare nei mesi caldi, quando si avvicinano a riva i black bass. Una popolazione di boccaloni importante, con pesci da poche decine di grammi ad oltre il chilogrammo e mezzo di peso. Questi ultimi naturalmente sono i più difficili da insidiare e bisogna ingegnarsi con altre tecniche come il dropshot o gli inneschi a texas.

Dopo un primo sopralluogo in pausa pranzo che ha appurato quanto sia difficile prendere i boccaloni con il sole alto in cielo, Christian ha pensato di chiudere il proprio negozio un’ora prima e farsi tre ore di pesca al tramonto. L’orario perfetto per i black bass, specialmente pescando a wacky, ovvero totalmente spiombato. Visto il periodo, Christian ha pensato bene di iniziare ad assortire l’area spinning del proprio negozio con dei prodotti per la pesca a finesse. In particolare vermoni siliconici del marchio Black Flagg da innescare su ami tra le misure 2 e 2/0 preferibilmente con Cutting Point, come lo sono gli ami Owner. Oltre a questa tipologia di esca, ha inserito anche una piccola gamma di gamberi siliconici, da avere sempre nella propria borsa perchè potrebbe regalare interessanti catture e sorprese. Il Black Bass, come il luccio, è particolarmente goloso di gamberi e non è raro vedere degli attacchi ai “rossi” della Louisiana che popolano molte delle nostre acque. Importante avere a disposizione sia la colorazione verde, che rispecchia il gambero nostrano, sia quella rossa. Naturalmente da Fish24 sono reperibili. Per quanto riguarda i vermoni, difficile dare un consiglio sulle colorazioni da avere a disposizione perchè a seconda del luogo che si visita possono cambiare le abitudini dei pesci. Parlando in dettaglio dell’Idroscalo abbiamo notato che i black bass milanesi hanno una preferenza per i colori scuri come il verde scuro od il colore Coca Cola. Nulla vieta però di portarsi dietro altre colorazioni più sgargianti. I Black Bass sono pesci abbastanza lunatici che possono attaccare qualunque cosa gli cada davanti oppure snobbare il 90% delle esche presentate.

Pescare all’Idroscalo non è affatto difficile. E’ sufficiente una canna che abbia un casting 15-30 grammi, di lunghezza non superiore ai 210 cm ed un mulinello caricato con del trecciato da 0.10 mm. L’Idroscalo presenta un’alta vegetazione subacquea, in particolare sulla sponda dell’aereoporto, oltre ad arbusti che risultano essere degli spot ideali per cercare i black bass. Sono state diverse le catture effettuate da Christian con l’attrezzatura a disposizione e le esche da lui portate, tutte di taglia attorno al mezzo chilogrammo di peso. Un consiglio : quando si pesca a finesse è doveroso munirsi di occhiali polarizzati per poter vedere meglio sotto la superficie dell’acqua. Christian questa volta se li era dimenticati, ma li potete trovare senza problemi nel suo negozio a Corsico. E se state pensando che ormai l’estate sta volgendo al termine, non fate l’errore di pensare che non sia più possibile pescare i black bass a finesse. Almeno fino ad ottobre sarà possibile effettuare tante catture, magari anche di taglia maggiore, sia all’Idroscalo, sia in altri posti. La cosa importante però è una sola: prima fate un salto da Fish24 in Via Ugo Foscolo a Corsico per attrezzarvi a dovere!