PESCA AL COLPO

Intervista a Cristiano Profili, Campione Italiano Carpa


PAROLA AL CAMPIONE ITALIANO CARPA – CRISTIANO PROFILI

Per me una grande emozione poter intervistare Cristiano Profili, mio grande amico e compagno di squadra nell’A.S.D. Lago Borghese, Campione Italiano Carpa 2015. Un titolo che Cristiano è riuscito a conquistare dopo tanti allenamenti, un titolo conquistato nel lago che amiamo, il Lago Borghese. Dunque Cristiano, parlaci un po’ di te




Sono nato nel 1975, sono sposato da dieci anni con Claudia ed abbiamo un bambino. Sono residente a Fucecchio, in provincia di Firenze.

Da quanti anni pratichi la pesca agonistica ?

“Da 6 anni, ed è il terzo anno che partecipo al Campionato Italiano Carpa”

Qual è la tua tecnica di pesca preferita?

“Sicuramente la pesca all’inglese, che prediligo per la sua eleganza e per la sua efficacia in lago, per questa tecnica ultimamente, più che gli attrezzi validi, mancano i pescatori in grado di praticarla”

A proposito di attrezzi : che canne hai montato per le due prove di questo campionato?

“Per entrambe le giornate ho montato 4 match rod da 15 piedi ed una canna bolognese da 6 metri”

Qual è stata la tua tattica di pesca durante le due giornate di gara?

“Ho adottato una tattica molto simile in entrambe le prove, visto che il pesce rispondeva bene solo in una maniera : a galla. Per cui ho montato le 3 match rod per insidiare le carpe con il pasterello a galla, mentre ho montato la canna bolognese per pescare in terra, preciso sul fondo, senza molto appoggio”

Che tipi di galleggianti hai utilizzato?

“Sulle canne inglesi ho montato dei waggler bodied da 20 grammi senza disporre piombatura attiva in lenza, la taratura l’ho ottenuta col peso del pasterello; mentre sulla canna bolognese, con cui ho pescato sul fondo, col peso del pasterello che non avrebbe insistito sul segnalatore ho adottato un galleggiante a pera rovesciata da 0,75 gr.”

La tattica della pesca col pasterello a galla è senza dubbio stata quella vincente, una pesca antica e ben radicata nelle tradizioni italiane, che sfarinati hai impiegato per mettere sull’amo?

“Ho preparato 3 pasture da modellare poi sull’amo, una più grossolana impiegando della Sonubaits.com Margin Carp, una al pesce di colore rossastro usando la Sonubaits Supercrush Krill che viene prodotta macinando pellet con l’aggiunta di gamberetti antartici e l’ultima utilizzando la Sonubaits.com Fishmeal Groundbait Bloodworm. Anche se poi in gara ho usato prevalentemente la Margin Carp”

Che montatura hai utilizzato?

“Ho pescato con lo 0,20 diretto su tutte le canne, su cui ho montato un amo del n° 2 su cui modellavo la pasta”.

Hai detto che pescavi a galla, ma nel dettaglio, a che profondità pescavi?

“Sabato sono partito a 150 cm, e mano a mano che l’alimentazione a sfarinati faceva entrare il pesce, diminuivo la profondità di pesca, fino ad un minimo di 60 cm”.

Che tipo di pasturazione hai effettuato?

“Ogni 5 minuti una palla di pastura tenera, ‘a spaccare’ come si usa dire”.

In base a che criterio hai alternato le varie canne?

“Principalmente in base alla forma del galleggiante, anche se onestamente la bolognese per la pesca sul fondo l’ho adoperata poco”.

Che sensazione è essere Campioni d’Italia?

“Una sensazione meravigliosa, la più grande che mi sia finora capitata nella mia vita sportiva, la cui portata ancora non riesco bene a comprendere; mi sembra di vivere in un sogno”.

Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro ?

“Penso di proseguire con la pesca al colpo in lago, è la pesca che mi piace di più, cercherò di studiare tutte le nuove tendenze che vengono dal mondo UK riguardo alla pesca nei laghi, infine desidero ringraziare la mia famiglia per la pazienza che mi ha dimostrato durante i lunghi mesi di prove, tutti i miei compagni di squadra ed il mio grande amico e maestro Giorgio, tutti loro hanno creduto fermamente nelle mie capacità, a loro dedico questa vittoria. Un grande saluto ed un abbraccio a tutti i lettori di Fishingmania.it”.

Ringraziamo Cristiano per la disponibilità e gli rinnoviamo i complimenti per la straordinaria vittoria, la redazione di Fishingmania.it gli augura di cuore di bissare il successo di quest’anno anche nella prossima edizione del Campionato Italiano Carpa.
Gabriele Ciampalini