PESCA AL COLPO

ITALIANO SENIORES – PROVA QUALIFICATORIO A OSTELLATO, FISSERO E UMBERTIDE


Nella giornata di domenica 5 luglio su tre campi gara distinti si è svolta la prova eliminatoria per accedere alla prima prova del campionato italiano individuale di pesca al colpo categoria seniores. In un week end in cui si sono svolte anche altre prove dei campionati italiani individuali di pesca al colpo come Master, Donne e Giovani (che si sono conclusi in doppia prova), i 750 concorrenti della categoria seniores sono stati divisi tra i campi gara in Canale Fissero (Garolda e Cà Vecchia), Circondariale Valle Lepri (Ostellato) e Fiume Tevere (Umbertide). I primi tre campi gara hanno visto la partecipazione dei concorrenti del Nord Italia più la Toscana, mentre il bel campo umbro ha ospitato gli agonisti del Centro e Sud Italia. E’ stata una giornata molto dura dal punto di vista climatico a causa del forte caldo che ormai da giorni persiste su tutta la penisola. Per quanto riguarda la pescosità, sicuramente c’erano molte perplessità per Fissero e Ostellato ed ancora di più per quest’ultimo. Come già avevamo scritto nella giornata di giovedì, per quanto riguarda il canale mantovano la situazione sembrava leggermente migliore grazie ad una presenza di minutaglia, come breme ed alborelle di grossa taglia, da catturare in buon numero con canne fisse fino a cinque metri. Ed effettivamente la pesca è stata in gran parte incentrata su questa impostazione, a parte pochi picchetti in cui è stato possibile contare anche su pesci di taglia catturati a roubaisienne. Tutto ciò specialmente a Cà Vecchia, mentre in Garolda c’era più la possibilità di portare a guadino anche qualche siluro, estremamente fondamentale per assicurarsi in breve tempo il passaggio del turno. Ad Ostellato, ma come anche in Fissero d’altronde, la situazione della pescosità ha subito delle difficoltà legate alle difficoltà nel ricevere il fouilles dai fornitori. Ci sono stati grossi problemi in quest week end a reperire la preziosa larva rossa a causa di diverse coincidenze. Sono stati in diversi coloro che non hanno potuto usufruirne, compromettendo di conseguenza la gara. Ad Ostellato è stato anche peggio, con concorrenti che si sono visti recapitare del fouilles congelato al posto del classico fouilles vivo. Detto ciò, Ostellato ha visto una media pescato di poco superiore ai 1100 grammi tra i 240 presenti, registrando anche 14 cappotti. Ad ogni modo in tanti hanno presentato meno di un chilo di pesce alla pesa. Assoluto di giornata è risultato uno delle punte di diamante della nazionale italiana e della Lenza Emiliana Tubertini ovvero Giuliano Prandi con oltre sette chilogrammi di pescato. Secondo assoluto per Graziano Andreoli della Casaleonese Colmic con oltre tre chili. A seguire tre agonisti dell’Oltrarno Colmic: Claudio Rossi, Andrea Fini e Stefano Premoli. Dei duecentoquaranta presenti, i primi cento passano alla successiva prova e prima prova di finale che si svolgerà al Cavo Lama il 30 agosto.




Buona la pescosità anche sul Tevere ad Umbertide, basato come sempre sulla pesca al cavedano, con la cattura di qualche carpa e barbo. Assoluto di giornata Marco Ranocchi del Cormorano Colmic con quasi nove chilogrammi di pescato. Alle sue spalle Celestino Nottoli del C.P. Umbertide Colmic con 6650 grammi e Gianluca Rossi del Fishing Club Morovalle con oltre cinque chili. Dei 123 presenti ne passano alla fase successiva la metà, ovvero fino al 52esimo.

Ricordiamo che il risultato di questa gara non viene considerato nel proseguo del campionato italiano individuale.

SCARICA LE CLASSIFICHE

Campionato Italiano Seniores Selettiva Zona Nord

Campionato Italiano Seniores Selettiva Zona Centro-Sud-1

GUARDA TUTTE LE IMMAGINI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *