www.fishingmania.it
Tutto il mondo della pesca in rete!

La prima 2016 di un Navigabile che non t'aspetti

UNO STRANO NAVIGABILE NELLA CONSUETA GARA D’APRILE DEL BARBO TRABUCCO

Domenica 10 aprile si è tenuta la prima gara d’apertura della stagione del Canale Navigabile a Spinadesco. Come da consuetudine ad aprire la stagione agonistica è stata la società Il Barbo Trabucco che organizza il Trofeo Trabucco arrivato quest’anno alla sua dodicesima edizione, abbinato anche ai Trofei Bia Giordano e Bia Lorenzo. La manifestazione, aperta a ottanta coppie, ha però visto la partecipazione di sole ventisette coppie collocate nella zona delle Piantine. Le prove effettuate nei giorni precedenti davano un indice di pescosità molto basso nonostante gli sforzi effettuati della sezione FIPSAS di Cremona con alcuni ripopolamenti anticipati proprio allo scopo di invogliare gli agonisti a frequentare questo bellissimo campo gara fin da inizio stagione. Una spiacevole sorpresa si è concretizzata la mattina di domenica, quando improvvisamente la superficie del canale è stata letteralmente ricoperta dalla piumaggine delle piante adiacenti il canale, ostacolando non poco l’azione di pesca, soprattutto quella all’inglese in prossimità della riva opposta e obbligando ad uno continuo slalom del galleggianti per coloro che pescavano in roubaisienne. Ad allietare la giornata un caldo sole e qualche folata di vento che ha contribuito ad allontanare per qualche momento i piumini dalla zona di pesca. Le previsioni di una gara totalmente in bianco fortunatamente non si sono avverate, con solo la parte alta del campo di gara che ha manifestato qualche cappotto salvato in extremis anche dalla cattura di un solo pesce, sufficiente addirittura ad entrare negli assoluti di giornata. Nella parte bassa del campo, in prossimità della ferriera, le catture si sono susseguite, favorite proprio dalla presenza di pesce di recente immissione e da qualche imprevedibile cattura come grosse alborelle da venti grammi, cavedani dalle pinne rosse e carpette, oltre ai soliti grossi carassi e qualche bremetta.

Prima assoluta è risultata la coppia della Lenza Asolana con ben 4620 punta composta da Decarli Marco e Ghigi Davide davanti a due coppie della I Delfini Amino Pack: Ghisi Giuseppe e Romano Schiavi con 970 grammi e Maggi Angelo e Zambianchi Andrea con 930 grammi. A queste prime tre coppie gli organizzatori, oltre ai trofei di settore, hanno a malincuore consegnato, a causa del basso numero dei partecipanti, solo la metà dei prodotti offerti della ditta Trabucco. Al termine della premiazione ha preso la parola il nuovo presidente della sezione FIPSAS di Cremona, il Signor Giuseppe Mazzoleni che ha illustrato gli obbiettivi che la federazione cremonese si è prefissata per un rilancio alla grande di questo storico campo gara e grande bacino d’utenza per migliaia di agonisti dell’alta Italia.

Translate »