British Job 2016 a Massimiliano De Pascalis PESCA A FEEDER

Massimiliano De Pascalis fa suo il British Job 2016


BRITISH JOB 2016 A MASSIMILIANO DE PASCALIS

Sarà un caso, ma anche quest’anno, come nella prima edizione, lo stesso giorno del prestigioso torneo britannico Fish’O’Mania si è svolta l’ultima prova del British Job. Una manifestazione ideata e voluta da Massimo Valentini in collaborazione con il proprio negozio Predatori & Prede di Casale Monferrato che quest’anno si è svolto in due prove in due domeniche differenti. A vincere su tutti è Massimiliano De Pascalis che ripete, anzi, si supera nell’impresa della prima prova alzando la bilancia sopra i cinquanta chilogrammi. L’unico atleta della competizione a riuscirci. Un’altra splendida giornata di sole ha accompagnato i sedici dei diciotto partecipanti alla gara in una pescata senza esclusione di colpi. Al sorteggio del mattino infatti quasi tutti i picchetti vengono invertiti, portando gli agonisti che si erano trovati nella sponda favorita a gareggiare invece sulla sponda che meno aveva regalato emozioni nella prima manche. Molte le facce preoccupate prima del via, che si sono poi trasformate in sorrisi a 32 denti in quanto il lago sembrava quasi si fosse ribaltato. La sponda al sole, che sembrava essere la più dura, ha invece incominciato a sfornare carpe ed amur da oltre sette chilogrammi, arrivando a toccare pesci da quasi dieci chilogrammi grazie ad una bellissima carpa catturata da Sardo verso la fine della seconda prova. Neanche a farlo apposta, complice il bel tempo, ancora una volta la tecnica vincente è stata quella del pellet waggler. Anche Massimiliano, nonostante fosse partito a method feeder, si è poi dovuto adeguare ai suoi vicini per non perdere il passo. Che avesse una marcia in più si era già visto il primo giorno, ma questa volta vederlo pescare è stato uno spettacolo. Secondo assoluto un ottimo Christian Gadda, che neanche farlo apposta capita tutte e due le prove vicino a Massimiliano. Ottima pescata anche per lui con 46 chilogrammi, che non sono affatto pochi. Terzzo assoluto invece arriva Massimo Valentini che viene sorteggiato alla piazzola 1, dopo essere alla numero 2 nella prima prova e recupera bene in classifica e con i quarantaquattro chili di sabato conquista il podio. Il quarto ed ultimo premiato è Roberto Sardo, che ha raddrizzato una prova iniziata male nelle ultime due ore con la cattura di tre carponi. La Vasca di Cigognola si è dimostrata all’altezza della situazione non solo per l’elevato numero di catture, ma anche per un ottimo staff che ha reso l’evento indimenticabile. Alla fine a mente fredda, se devo tirare le somme di quest’edizione posso con certezza affermare che abbiamo fatto passi in avanti in questo tipo di competizione. Il livello è molto alto per essere solo il terzo anno che viene organizzato e non vedo l’ora di partecipare alla prossima edizione.




Un ringraziamento particolare è doveroso per Angelo De Pascalis per l’aiuto, i consigli e tutto quello che ha fatto per il British Job e per tutto quello che sta facendo per questo nuovo stile di competizione, creando un nuovo circuito dove sicuramente ne vedremo delle belle. Un ringraziamento per la Vasca di Cigognola nella persona di Gianluca che ha fatto un lavoro egregio andando a sistemare un lago in maniera impressionante con pesci eccezionali. Ringrazio i giudici che hanno lavorato con lui per rendere piacevole la nostra competizione. Per quanto riguarda l’organizzazione della gara vera e propria, il negozio Predatori & Prede ci tiene particolarmente a ringraziare Emiliano Nascimbene nell’aiuto che ha portato sia nelle fasi delle iscrizioni, sia durante la gara raccogliendo tutte le informazioni, stampare le classifiche. Ringrazio la società Villanovesi Milo e tutti i partecipanti alla gara e vi aspetto il prossimo anno. Vi ricordo innanzitutto che nei prossimi giorni uscirà il video ufficiale dell’edizione 2016 dove i concorrenti potranno vedersi all’opera e chi invece non è potuto essere presente avrà la possibilità di vedere tutto quello che è successo nei giorni del British Job 2016.

TUTTE LE FOTO – CLICCA QUI