Mondiale Donne a Merida in Spagna PESCA AL COLPO

Mondiale Donne – Azzurre pronte a Merida!


NAZIONALE DONNE PRONTA AL MONDIALE DONNE DI MERIDA

A distanza di tre settimane dall’aereoporto di Bologna partirà un’altra rappresentantiva azzurra di pesca al colpo in direzione della Penisola Iberica. Stiamo parlando della Nazionale Italiana Femminile di pesca al colpo che domani, domenica 21 agosto, partirà alla volta della Spagna per il campionato del mondo di categoria. La direzione iniziale sarà Lisbona e da qui tutta la truppa azzurra si dirigerà poco oltre il confine tra Portogallo e Spagna per raggiungere la splendida cittadina di Merida. Un nome, questo, che sicuramente avrete già sentito in precedenza in alcuni articoli. Ebbene si tratta della stessa Merida protagonista ad inizio primavera della manifestazione Merida Master organizzata in collaborazione con l’azienda Milo. Un campo gara che ha anche già ospitato una manifestazione internazionale come il Campionato del Mondo Seniores 2010 che vide la vittoria inglese davanti all’Italia. Proprio in occasione di questo campionato del mondo il commissario tecnico Maurizio Teodoro è stato presente al Merida Master di quest’anno per cercare di capire qualcosa sul fiume spagnolo, ma nel corso di quasi cinque mesi sono cambiate moltissime cose. In primis la temperatura, che in agosto in Spagna è a dir poco bollente, specialmente vicino al Portogallo. Il CT Teodoro ne sa qualcosa visto che meno di un mese fa si trovava proprio in Portogallo per il Mondiale Giovanile da cui ne è uscito vittorioso per la quarta volta con la nazionale under 18. Un dolce ritorno quindi per Maurizio che abbiamo contattato a poche ore dalla partenza per avere delle ultimissime impressioni prima di questa nuova avventura.

In attesa del tuo ritorno dove faremo una lunga intervista in cui parleremo oltre che di questo mondiale, sperando abbia un buon esito, specialmente di quello giovanile, quali sono le ultimissime da Merida?

Al momento sembra che ci siano due specie ittiche da insidiare: alborelle e carpe. Delle carpe già sapevo visto che da sempre popolano in gran quantità il Rio Guadiana e ho visto catturare durante il Merida Master di inizio aprile. Sarà molto importante la pesca dell’alborella invece, che in questa zona della penisola iberica è presente con una taglia a dir poco esagerata visto che varia tra i quindici ed i quaranta grammi. Se dovesse essere una pescata da effettuare in canna fissa abbiamo già molte basi su cui lavorare, oltre che una maggiore esperienza rispetto alle altre nazioni. Diverso il discorso se si pescherà in roubaisienne con sei/sette pezzi di canna. Non partiamo assolutamente sfavoriti, anzi, le ragazze nel corso degli anni hanno fatto sempre molto gruppo, con le veterane che hanno saputo “lavorare” bene con le più giovani. Non dimentichiamo poi che si tratta della stessa nazionale campione del mondo in Portogallo due anni fa, quindi con già molta esperienza internazionale. Ad ogni modo Francia e Portogallo sulla pesca delle alborelle in roubaisienne le prime e canna fissa le seconde sono molto temibili. Poi, lo sapete, ci sono tante altre nazioni come la sempre presente Inghilterra e le nazioni dell’est, oltre che ovviamente le padrone di casa. L’ultima ora dovrebbe essere poi girata a carpe, ma molto dipenderà dalla settimana di prove dove sicuramente l’alborella sarà molto stressata. Il morale da parte nostra è davvero buono e dopo l’ultimo mondiale di inizio agosto sono ben fiducioso. Inoltre con me ci sarà ancora Stefano Defendi che pescò in occasione del mondiale 2009 quindi conosce il campo gara. Inoltre come al solito la FIPSAS ci appoggia in tutto e per tutto. Cercheremo di fare qualcosa di buono anche questa volta.

La nazionale donne sarà formata da : Anna Sgobbo, Claudia Marchiodi, Simona Pollastri, Federica Brilli, Valentina Borsari e Silvina Turrini.