PESCA AL COLPO

Per la Ravanelli un acquisto da urlo


INTERVISTA A MARCO FERRARI

Marco Ferrari, direttore tecnico della SPSS Ravanelli Trabucco, in esclusiva ci racconta le ultime novità che hanno interessato l’organico della società più titolata d’Italia.




Il 2014 si apre per la SPSS Ravanelli Trabucco con l’arrivo di un personaggio che per tanti anni ha frequentato il mondo della pesca agonistica e che oggi, per sua volontà, ha voluto entrare a far parte della nostra grande famiglia. Si tratta di Gian Piero Anelli da Pavia, un nome che ai più non significa nulla, ma se lo dovessimo identificare col suo nome d’arte ecco arrivare lo scoop. Lui fa il cantante e per moltissimi anni è stato uno dei più apprezzati e conosciuti in assoluto. Stiamo parlando di Drupi, un nome che, per chi ha qualche anno anagrafico, rievoca belle canzoni e grandi spettacoli. Oggi lui è impegnato soprattutto in tournee all’estero e il poco tempo che gli resta lo dedica in particolar modo alla pesca. Il suo impegno in Ravanelli è soprattutto a carattere provinciale, con il campionato individuale e a squadre. Naturalmente, se i suoi impegni lo consentiranno, ci seguirà nelle trasferte più importanti. E parlando delle nostre due squadre impegnate nel Campionato Italiano, la novità è l’arrivo di Fabio Bertuletti un garista di alto livello con una buona esperienza d’elite alle spalle. Per contro, se n’è andato Alessandro Brembilla, componente una delle squadre di punta, per approdare nelle Groane Maver. Continua il felicissimo sodalizio con il marchio Trabucco a cui dobbiamo gran parte dei nostri successi in campo nazionale e internazionale. Unico punto negativo de 2013 la mancata vittoria al Campionato Mondiale per Club svoltosi a giugno nel canale Brian, un mondiale casalingo a ci eravamo preparati in modo particolare, ma che per varie ragioni non ci ha premiato. Il 2014 vedrà inoltre il ritorno alla grande del Canale Navigabile, un campo gara che negli ultimi anni è stato abbandonato dalle competizioni nazionali più importanti. Il Navigabile nel 2013 ha dimostrato di potersi ripopolarsi autonomamente grazie alla nascita di un buon numero di piccole breme che quest’anno dovrebbero attestarsi tra i cinquanta e i cento grammi di peso, in aggiunta a tutto il vecchio pesce presente. Naturalmente, in considerazione che la Federazione ha programmato diverse gare nazionali, vi sarà l’impegno di ulteriori ripopolamenti che ne aumenteranno la pescosità. La gestione delle acque nella provincia di Cremona si sta trasformando. Dalla gestione affidata all’ufficio caccia e pesca della Provincia, stiamo arrivando alla gestione diretta di tutte le acque, comprese quella dei campi di gara, alla federazione. E’ un obiettivo storico a cui io personalmente in collaborazione con altri enti del settore spero di arrivare al più presto in modo da offrire a tutti i pescatori cremonesi la possibilità di usufruire di tutti i vantaggi dei tesserati FIPSAS.