www.fishingmania.it
Tutto il mondo della pesca in rete!

Pesca a rockfishing 2019 | Il Paradiso del Pescatore

Agosto, il mese delle vacanze. Purtroppo però, in molte zone d’Italia non coincide con il periodo più favorevole per la pesca in mare. Da una parte i problemi legati ai divieti di pesca durante il giorno. Dall’altra, la carenza di pesce dettata dall’alta presenza di bagnanti.

Le soluzioni possono essere quelle di rinchiudersi nei porti, ove consentito, oppure avventurarsi sulle scogliere. La pesca dalla scogliera, o meglio, la pesca a rockfishing può sempre regalare qualche cattura. Orate, saraghi, occhiate ed altri pesci di scoglio. Le tecniche di pesca da utilizzare sono principalmente due e dettate dal fondale: bolognese e surfcasting adattato a rockfishing.

Due tipologie di pesca inevitabilmente trattate dai negozi Il Paradiso del Pescatore di Trezzano sul Naviglio e Lissone. Sono tanti infatti coloro che si avvicinano alla pesca in mare partendo da queste due tecniche, salvo poi spaziare su altri ambiti con il passare del tempo.

Rockfishing di agosto?

Ma perchè parliamo di pesca a rockfishing in pieno agosto? Di certo non per la quantità di catture da effettuare. Semplicemente perchè Lineaeffe ha pensato di tenersi pronta per la ripartenza della stagione in mare, tra qualche settimana. Sono infatti disponibili da pochi giorni nei due negozi milanesi alcune interessanti novità. Bolognesi, canne da surfcasting, mulinelli, fili e buffetteria.

Con tanta carne al fuoco è stato d’obbligo andare a testarla. Una scelta dettata dall’obbligo di mostrare subito la validità dei nuovi prodotti ai propri clienti. Per evitare di mischiare troppo le idee, abbiamo deciso di dividere questo articolo in due parti. In questo caso parleremo di pesca a rockfishing.

La pesca a rockfishing secondo Il Paradiso del Pescatore

Inevitabile la scelta del rockfishing. Con le spiagge affollate ed i tanti bagnanti in acqua è impossibile anche solo pensare di praticare surfcasting. Alla fine le tecniche sono pressochè le medesime, con la differenza che ci sono più probabilità di catturare alcune specie a dispetto di altre.

Quindi classiche canne da 4.20 metri di lunghezza che possono essere sia telescopiche, che in tre pezzi. C’è una differenza? Diciamo che le telescopiche tendono ad essere più rigide in azione e garantire casting superiori. Di contro, le canne in tre pezzi risultano più paraboliche e consigliate in posti con spazi più aperti. Un particolare non indifferente di questa tipologia di canna è dettata dalla sensibilità del cimino, nettamente superiore alle classiche telescopiche. La scelta sta al pescatore a seconda dello spot che si vuole affrontare. A volte meglio essere pronti con entrambe le soluzioni.

Due novità tra le canne da rockfishing

Il Paradiso del Pescatore in questo caso ha due proposte “telescopiche”. La differenza sostanziale tra le due novità è il casting.

La prima proposta si chiama FF Cast Maxx. Unica misura da 4,20 mt, ma tre casting differenti: 150 – 180 – 200 grammi. Perfetta per la pesca con maggiore correnti e per cercare metri sul lancio. Ideale nelle situazioni di attività da parte di pesci di taglia come orate ed anche dentici. Una canna con schiena che permette di sforzare il pesce ed evitare che vada a rifugiarsi tra gli scogli. Inevitabile l’utilizzo di terminali adeguati.

La seconda proposta è invece decisamente più light. La FF Beach Queen. Una canna telescopica che, come ricorda il nome, nasce principalmente per la pesca dalla spiaggia. Ad ogni modo si adatta perfettamente anche per la pesca dalla scogliera. Dispone di un casting oltre i 100 grammi, ma comunque ideale per la pesca di pesci di taglia medio – piccola grazie ad un’alta sensibilità di vetta.

Interessante l’ingombro ridotto nei 150 cm per un comodo trasporto nei foderi. Accattivante il rapporto qualità/prezzo.

Mulinelli da combattimento

Per forza. Al mare non possiamo mai sapere a cosa andiamo incontro. In aggiunta, nella pesca a rockfishing ed a surfcasting non bisogna avere paura di lanciare. D’obbligo mulinelli a basso profilo per una migliore fuoriuscita del filo.

Con il mare, poi, non si scherza. Se attacchiamo un bel pesce dobbiamo essere in grado di portarlo a riva. A nessuno piace perdere orate over chilo, mormore, dentici, pagelli o quant’altro. Servono mulinelli affidabili e di potenza. Tutte caratteristiche rispecchiate dal nuovo top di gamma Lineaffe: F.F. Carbonblack UL. Un nome ch dice molto di questo mulinello in quanto presenta il corpo e rotore n carbonio. Frizione sigillata in carbonio, taglia 10mila, 8+1 cuscinetti schermati in acciaio e Drag Power di 20 kg. Dispone di una bobina in alluminio Extralite, a cui aggiungere due bobine supplementari in alluminio e teflon. Inevitabile il trattamento antisalsedine.

La seconda scelta, ma non meno affidabile, è il FF Cast Leader. Presenta un archetto sovradimensionato, 6+1 cuscinetti inox, il corpo Heavy Duty, un sistema di oscillazione lenta ed il trattamento antisalsedine. Viene venduto con già comprese due bobine in alluminio.

Nuovi monofili

Nuove canne, nuovi mulinelli, nuovi monofili. Il Take Xtreme Deep Formula è l’ultimissimo ritrovato tra i monofili targati Fishing Ferrari. Disponibile in bobine da 300 e 500 metri, dispone di una maggiore resistenza all’abrasione, fondamentale quando si pesca in zone rocciose e con alto rischio di rottura. Studiato appositamente per la pesca in mare, è stato realizzato anche in grosse dimensioni. Il diametro di partenza è lo 0.205 mm in entrambe le tipologie di bobina.

La bobina da 300 metri raggiunge gli 0.50 mm di massima dimensione. La bobina da 500 metri raggiunge addirittura 1,00 mm di diametro. Un filo assolutamente valido anche per un utilizzo dalla barca, nelle pesche a bolentino costiero o di profondità.

Obiettivo predatori

Si sa, il richiamo del predatore è sempre forte. Spesso, durante una sessione di pesca, la superficie del mare si anima di continui salti. Si tratta spesso di pesci serra oppure leccie. Ed allora la voglia di provare a catturarne uno diventa irresistibile. Serve attrezzarsi per poter pescare con il vivo. Anzi, serve attrezzarsi con qualcosa che possa mantenere in vita il vivo.

Grande novità Lineaeffe è il nuovo Live Bait Set. Secchio in EVA ed ossigenatore. Perfetto sia per la pesca da riva, sia dalla barca. Ha una capacità di 10 litri ed è caratterizzato dall’assoluta impermeabilità.

Tutti i prodotti citati nell’articolo sono disponibili nei seguenti negozi:

IL PARADISO DEL PESCATORE DI TREZZANO SUL NAVIGLIO

IL PARADISO DEL PESCATORE DI LISSONE

Summary
Pesca a rockfishing 2019 | Il Paradiso del Pescatore
Article Name
Pesca a rockfishing 2019 | Il Paradiso del Pescatore
Description
Pesca a rockfishing? Il Pradiso del pescatore è pronto a lanciare i nuovi prodotti,per l'imminente partenza di stagione.SCOPRI DI PIU'
Author
Publisher Name
Fishingmania

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Translate »