SPINNING

Pesca in Svezia – Arkosund


PESCA IN SVEZIA – ARKOSUND FISHING LODGE

La pesca in Svezia per la maggior parte delle persone significa frequentare gli immensi bacini scandinavi. Essere nel mezzo della foresta svedese, dove le conifere e l’acqua dominano su tutto. Ed al di sotto della superficie dell’acqua, a dominare sono i predatori. Luccio, persico reale e trota sono le specie regine. Ma chi va a pesca in Svezia lo fa in particolare per un pesce: il luccio.

Ed all’Arkosund Fishing Lodge il luccio domina incontrastato. Decine, centinaia di chilometri quadrati di spot da battere. C’è però una particolarità che contraddistingue Arkosund Fishing Lodge ed il resto della pesca in Svezia dalla costa. E lo si può dedurre guardando la posizione del lodge. Il luccio non si pesca in acque interne. Il luccio si pesca nel Mar Baltico.

Il Luccio che si può trovare nell’Ostergotland, zona Arkosund, è il ceppo svedese. Presenta caratteristiche molto diverse dal luccio europeo o dal nostro amato Esox Flaviae. Pur essendo di ceppo Northern è riconoscibile dal classico colore “verdone”. In più spesse volte assume delle colorazioni quasi dorate al punto da venir chiamato anche Golden Pike.

Trattandosi di un pesce che passa la propria esistenza in ambiente marino, ha acquistato le caratteristiche dei pesci di mare. Velocità, voracità e strategia di caccia. Basti pensare al comportamento del barracuda nel Mediterraneo per capire come si comporta il luccio di Arkosund. Ma analizziamo in dettaglio le tre caratteristiche sopra citate.

– Voracità : A causa del lungo e freddo inverno rimane parecchi mesi quasi inattivo. Una volta che le temperature aumentano, riprende l’attività. In questo periodo necessita di prendere forza velocemente per l’imminente fase di riproduzione. Diventa quindi molto aggressivo in maniera spropositata su tutto ciò che vede muoversi in acqua. Capita spesso di allamarlo con la bocca già piena di aringhe o grosse breme. Pur mantenendo le caratteristiche di un luccio, il ceppo Svedese è riconoscibile dalla “mangiata” arrogante. Non esistono tentennamenti. Botta in canna tremenda e Fish On!

– Velocità : La vera differenza tra i vari ceppi di luccio la troviamo in questo ambito. Essendo un pesce di mare, è velocissimo. Gli attacchi avvengono in maniera feroce e inaspettata. Grazie alla cristallinità dell’acqua si possono ammirare partenze a razzo di 50 metri che lasciano sbalorditi. In Italia (e non solo), siamo abituati a pescare con recuperi lenti. Ad Arkosund no. Il recupero deve essere sempre molto sostenuto. Sia pescando a jerk, che con gomme, predilige la presentazione di esche di reazione e di impatto.

Ci sono anche determinati casi in cui torna ad essere il nostro “amico” apatico e lunatico di sempre. In particolare con le acque calde.

– Strategia : Parlare di” mangianze ” di lucci sembra un’esagerazione ma per chi abitualmente frequenta le acque Svedesi di Arkosund più di una volta si sarà imbattuto in un fenomeno di questi. Il periodo tra maggio e giugno è quello della migrazione delle aringhe verso i grossi fiordi svedesi. E ad attenderle ci sono i nostri amici esocidi. Milioni di pesci che vagano per le acque dell’arcipelago ed i grandi lucci ad inseguirli.

Per questo si può dire che il Luccio Svedese di Arkosund abbia caratteristiche pelagiche. Un pesce abituato anche a lunghi spostamenti da centinaia di chilometri. Ci sono stati dei pesci “etichettati” in un punto e ritrovati a 300 km di distanza. Alcuni addirittura in mare aperto, dove l’indice di salinità è maggiore rispetto alle aree vicino a riva.

Il luccio non sarà mai fermo ad aspettare il pranzo. Sarà in continuo movimento per cercarselo. Più di una volta è capitato di pescare sulle “mangianze” di lucci con risultati alterni ovviamente, ma già poterlo raccontare è qualcosa di straordinario.

Per scoprire la pesca in Svezia e prenotare il tuo viaggio vai su ARKOSUND FISHING LODGE

Fino al 31 gennaio sconto del 10% su tutte le prenotazioni della durata di una settimana di pesca.