A pesca con Marukyu Marukyu

A pesca con Marukyu – Formaggio e crisalide


BOTTI DI INIZIO STAGIONE IN STILE MARUKYU

L’amico Diego Salvi è un profondo conoscitore delle sue splendide acque nonché grandissimo estimatore dei prodotti del brand giapponese Marukyu. Queste due fondamentali caratteristiche hanno prodotto scelte ben precise per quanto riguarda la tipologia di pasturazione e scelte delle esche. Abbiamo deciso di seguirlo in una delle sue tante sessioni lampo con attrezzature ridotte al minimo ed esche già pronte all’innesco, per entrare velocemente in pesca e sfruttare al meglio le ore migliori della giornata.




Diego si muove in modalità “ghost” ovvero portando tutto all’interno di un capiente zaino. Ad esso aggancia guadino, materassino e porta con sé 1/2 canne. I picchetti in queste situazioni di pesca non sono previsti in quanto ogni ramo, pietra, arbusto fungerà perfettamente da supporto. Per quanto riguarda il calcio della canna verrà semplicemente appoggiato a terra. Gli spazi, spesso ridottissimi, prevedono un contatto con la canna praticamente continuo. Ad ogni accenno di mangiata o partenza fulminea saremo pronti ad intervenire.

L’approccio scelto da Diego dal punto di vista tecnico è piuttosto semplice ma estremamente efficace. Method Feeder piuttosto generoso e pesante per resistere alla spinta della corrente. Come terminale un 25 lb ricoperto per resistere alle pietre presenti sul fondale. Misura del n.10 per quanto riguarda l’amo, che verrà innescato con un “ibrido” costituito da un chicco di Credence Corn ed un ciuffo di Maggot Marukyu.

Sul method feeder verrà apposta una groundbait composta dai seguenti mix:
– SPECIAL MIX CHEESE E SANAGI 70% : una pastura a granulometria media con alta percentuale di formaggio dolce (blue cheese) e crisalide (sanagi).
– EFG 140 30 % : groundbait a grana molto fine composta da farine di molluschi della migliore qualità.

Mixate tra loro presentano un composto particolarmente grossolano, ma estremamente tenace, perfetto per l’utilizzo sui piombi pasturatore. Le particelle grossolane fungono da richiamo irresistibile sulla zona di pesca mentre la fine composizione della EFG 140 conferisce una tenacità perfetta al mix. Grossi barbi e carpe di fiume hanno decisamente gradito le scelte di Diego, ripagandolo con combattimenti da cardiopalma e conseguente foto ricordo prima di tornare liberi nel loro ambiente.