Marukyu

Pole Fishing con Marukyu Jpelletz ed SFA 430


JPELLETZ ED SFA 430 MARUKYU SUL LIRI

Ci troviamo sulle amate sponde del fiume Liri, più precisamente nel tratto cittadino di Ceprano, già al centro di nostri articoli, vista la sua alta pescosità e la varietà di pesce presente che permette di ospitare diverse competizioni agonistiche locali, regionali e nazionali. Dopo le fatiche delle selezioni per il Campionato Italiano Feeder girone centro-sud avevo voglia di fare una pescata rilassante con la roubasienne e ne ho approfittato per provare ad affrontare la pescata con approcci diversi dal solito. Sono rimasto incuriosito dai pellet Marukyu e da tempo avevo in mente di provarli. L’idea è di pasturare con i pellet e limitare al massimo l’uso del bigattino al solo innesco. Lenza leggera, elasici che vanno dal 0,9 pieno fino all’1,2 cavo. Bagno un contenitore di pellet Marukyu Jpelletz da 2mm con additivo liquido SFA 430 sempre di Marukyu e già dalle prime passate noto che i pesci gradiscono molto il mix di krill e crisalide che gli ho proposto. Si susseguiscono mangiate di barbi, cavedani, carpe e tinche. Mangiate decise dopo un’attenta preparazione della linea di pesca, carpe e grossi barbi (che ovviamente non ho potuto tirar fuori per la grossa mole) facevano arrivare il mio elastico a battuta. Sembrava come una sinfonia, prima note basse per poi alzarsi improvvisamente. Rispetto alle pescate fatte di solito ho notato subito l’aumento della taglia media e l’assenza del pesce di disturbo, che non si avvicinava. Grossi cavedani, barbi e addirittura 3 trote. Posso affermare che i pellet di casa Marukyu piacciono proprio a tutte le specie. Mi vengono in mente molte altre situazioni in cui questi pellet possono dare una marcia in più e credo che a breve, seguiranno altri report interessanti.