PESCA A FEEDER

Provinciale Feeder Milano – Ostiglia, non ci siamo!


PROVINCIALE FEEDER MILANO – 1° PROVA IN UN BRUTTISSIMO OSTIGLIA

Niente da fare, alla prima gara il Canal Bianco ad Ostiglia risponde picche. Purtroppo aggiungeremmo. Nonostante quello che succeda nelle prime gare dell’anno, si sta parlando di uno dei campi gara che riscuote più consensi tra i pescatori di pesca a feeder e pesca al colpo. I motivi sono diversi, tra cui la comodità del campo gara, migliore di molti altri posti e la tipologia di pesca davvero particolare e tecnica. Un posto apprezzato da tutti, ma letteralmente abbandonato a sè stesso da chi di dovere. La sezione provinciale Fipsas di Milano lo scorso ci ha voluto portare il campionato provinciale feeder in prima prova e Monza da diversi anni crede in Ostiglia mettendolo sempre in calendario. Quest’anno si è ripetuta la scena, con il feeder milanese che ha visto la partenza del proprio provinciale in zona 1 e a seguire il provinciale a coppie di Monza & Brianza di cui parleremo più avanti. Doveva essere una gara interessante, purtroppo così non è stato. Sedici partecipanti alla terza edizione di questo campionato provinciale feeder, ma solo un terzo dei presenti ha potuto presentare del pesce alla pesa. Sei persone su sedici hanno scappottato, gli altri tutti in cappotto. E purtroppo non è che chi ha preso il pesce si è divertito, perchè i pesi parlano chiaro: l’assoluto di giornata va a Carlo Massara de La Carpanela Tubertini con un chilo di pescato. In seconda piazza Davide Ruberto della Cagnacci Colmic che nel settore tecnico fa il secondo con 660 grammi. Stesso piazzamento per il compagno di squadra Maurizio Casalini con 640 grammi. A seguire poi c’è Angelo Cantoni della Nuova Forza Colmic con 300 grammi, Lucio D’Alfonso della Carpanela Tubertini con 50 grammi e Stefano Negri della Sangiulianesi 81 Colmic con 130 grammi. Dopo di chè, il nulla. L’acqua non era di certo delle migliori essendo più fredda del solito a causa dei temporali della sera prima che hanno raffreddato l’aria e buttato dentro acqua più fresca. Inoltre dopo alcuni giorni di corrente quasi assente, nella giornata di sabato il canale ha ricominciato a muoversi come suo solito al punto che erano necessari almeno quaranta grammi di pasturatore per tentare di rimanere fermi. Nessuno si lamenta di Ostiglia di per sè, quanto più per la zona che forse era meglio fosse un po’ più a valle. Milano ha praticamente fatto da apri pista in prima zona, per intenderci quella situata a monte del ponte della statale ed in curva, dove sottoriva c’è poca acqua e sulla sponda opposta c’è molto sporco. Il problema sta anche nel fatto che in molti tratti di Ostiglia il pesce non è abituato a stare in quanto non pasturato, diversamente da quello che accade in terza e quarta zona. Il provinciale feeder di Milano torna a luglio, il 19 per la precisione con il campo gara che è stato spostato da Spinadesco a Tencara (per chi non lo sapesse) a quasi della concomitanza con il Regionale Emilia Colpo.




Ostiglia è un gran bel campo gara, ma se continua ad essere snobbato anche da chi dovrebbe avere grandi interessi per trovare nuovi campi gara, purtroppo rischierà di diventare un problema indifendibile. Aspettiamo di far morire un altro bel campo gara…ancora prima di utilizzarlo a dovere??