PESCA A FEEDER

Regionale Lombardia Feeder – Poco pesce a Mantova


REGIONALE LOMBARDIA FEEDER – 1° PROVA

Mantova è stata il centro della Lombardia nella giornata di venerdì 1 maggio per il concomitante svolgimento di due campionati regionali lombardi. Nel Lago Inferiore sono andati di scena i giovani con il regionale giovanile di pesca al colpo, mentre nel Lago di Mezzo i protagonisti sono stati gli agonisti impegnati con il pasturatore per la prima delle due prove del Regionale Lombardia di pesca a feeder. Nel corso delle ultime settimane le acque mantovane sono state un po’ come un’altalena, visto che una settimana il pesce rispondeva e la settimana dopo invece a fatica si riusciva a scappottare. La scelta di Mantova al primo giorno di maggio di solito è sempre molto interessante ed in grado di regalare delle gran pescate, sia con le tecniche del colpo, sia con il feeder. Purtroppo non si può dire lo stesso per questo 2015. Molto probabilmente la non regolarità delle temperature nel corso degli ultimi giorni ha determinato una certa apaticità da parte del pesce, che ha risposto davvero a fatica alle esche dei ben cinquanta presenti a questo regionale di specialità. Un numero davvero buono di partecipazioni per il feeder, anche se salta subito all’occhio l’alta presenza di agonisti appartenenti a società mantovane e bresciane. Di certo la scelta di effettuare un torneo in due posti situati nella provincia di Mantova ha influito sicuramente sulla partecipazione di pescatori provenienti dall’area occidentale della regione. Dire quale sia stata effettivamente la pescata odierna è molto difficile, in quanto i pesci per persona sono stati talmente pochi da essere contati sulle dita di una mano, due se si aveva fortuna. Nn si può dire che ci siano stati molti cappotti, ma catturare meno di tre pesci in quattro ore di pesca, pescando praticamente a fondo non si può definire una pescata soddisfacente. La vittoria è andata a chi è riuscito a portare in nassa almeno uno o due carassi o breme di taglia. Assoluto di giornata è risultato Furini Giuliano della società mantovana Forletto con 5710 grammi e cinque pesci catturati. Gli altri vincitori dei propri settori sono risultati Marco Scalari della Lenza Mantovana Daiwa con 4340 grammi, Marco Scartabellati del Team LBF Italia Fishingitalia.com – Preston Innovations con quattro chili, Stefano Capozzolo de La Carpanela Tubertini e Alfeo Zoni della Lenza Paradiso, entrambe con meno di tre chili di pescato.




Ottima l’organizzazione della società locale La Torre, ben guidata da Enzo Loreti e dal giudice di gara Gerolamo Viganò. Il prossimo appuntamento è con la gara conclusiva di Ostiglia sul Canal Bianco al 27 di settembre.

SETTORI – settori_camp_reg_feeder_2015_p1

PROGRESSIVA – progressiva_camp_reg_feeder_2015_p1