www.fishingmania.it
Tutto il mondo della pesca in rete!

Regionale Lombardo Giovanile – Il Gherardo una piacevole scoperta

REGIONALE LOMBARDO GIOVANILE AL GHERARDO

Com’è di consuetudine da ormai alcuni anni, il Primo Maggio è la giornata cerchiata in rosso per alcuni giovani agonisti lombardi, essendo il giorno del Campionato Regionale Lombardo Giovanile di pesca al colpo. Una manifestazione a sè stante che non qualifica a nessuna competizione in quanto lo stesso Campionato Italiano è ad iscrizione libera. Nelle ultime tre annate il campo gara prescelto è sempre stato il Lago Inferiore di Mantova, ma vista la concomitanza con il Regionale Feeder si è deciso di spostare il tutto su un campo gara storico, abbandonato da diversi anni dalle manifestazioni di importanza nazionale ed anche regionale. Stiamo parlando del Canale Gherardo in località Bagnolo San Vito, proprio all’uscita dell’autostrada. Un canale che prende acqua dal Mincio a pochi chilometri dal campo gara e che ha la stessa funzionalità del Cavo Lama e della Fiuma ovvero portare l’acqua ai campi gara. In passato veniva solcato da centinaia di agonisti lombardi ed emiliani, dopodichè è caduto nel dimenticatoio fino allo scorso anno quando alcune società locali hanno ricominciato a sfruttarlo assieme ad altri piccoli canali della zona, come il Bolognina. Per quest’anno si è deciso di metterlo alla prova con una gara secca che per alcuni giovani pescatori del colpo può significare un piccolo prestigioso riconoscimento da aggiungere nel proprio palmares. Nonostante siano state presenti tutti e quattro le categorie giovanili (esordienti, allievi, juniores e giovanissimi) non si può dire che tutte le province abbiano inviato dei propri rappresentanti. Alla fine la conta totale dei partecipanti è di soli 38 concorrenti. Un numero decisamente basso se pensiamo che in Lombardia ci sono sicuramente molti più giovani pescatori, che per non vedono grandi stimoli a partecipare ad una manifestazione che non ha grande valore agonistico. Fosse una gara qualificante al campionato italiano siamo sicuri che ci sarebbe un numero decisamente maggiore, con probabilmente più del doppio delle partecipazioni.

Detto ciò, bisogna constatare la grande sorpresa che ha riservato il Gherardo ai presenti. Un canale largo una quindicina di metri, con una bassa profondità che a fatica arriva al metro, ma che presenta un’altissima quantità di pesce al suo interno. Per lo più si tratta di carassi di taglia medio – piccola, da catturare con la roubaisienne sia sul fondo che a galla pasturando sia a cagnotti sulla fiondata, sia con la pastura. La media pescato è stata per tre categorie attorno ai due chilogrammi per pescatore, con pesi variabili tra il chilo ed i tre chili e mezzo, mentre nella categoria degli juniores il pescato medio è stato superiore ai cinque chilogrammi. Parlando di quest’ultima categoria, quella dei più grandi ovvero gli under 25, c’è da sottolineare la quasi totale assenza di concorrenti in quanto erano solo in cinque i ragazzi presenti. Campione regionale Juniores 2016 è risultato il lodigiano Squintani Nicholas della Bassa Lodigiana Senna Acqua Azzurra Milo con oltre seimila punti. Nicholas ha battuto per meno di duecento grammi il secondo classificato, Riccardo Banfi de Le Groane Maver di Solaro.

JUN.CLASS.REG.

Tra i giovanissimi la vittoria è andata a Matteo Faletra della F.lli Campana Tubertini che ha vinto con tre chili e mezzo il titolo precendendo due pescatori mantovani: Edi Zoetti della Lenza Castellana e Cristian Sciortino della Parcarello Simac Tubertini.

CLASS.REG.GIOVAN

Primo titolo in carriera per il brianzolo Matteo Cozzi della Cannisti Cesanesi Milo che ha vinto il titolo regionale tra gli esordienti con una strepitosa pescata da oltre cinque chilogrammi. Matteo si è permesso di doppiare quasi tutti gli altri concorrenti, ad eccezione del secondo classificato, il mantovano Jacopo Storti della Gruppesca Maver, che ha totalizzato quasi tre chilogrammi complessivi di peso.

CLASS.REG.ESORDIENTI

Infine nell’ultima categoria, gli Allievi, la vittoria è andata a Carlo Federico de Il Barbo Trabucco con 3530 grammi, davanti ad Andrea Acquati della Cannisti Cesanesi Milo con 3050 grammi e Stefano Crotti della Lenza Castellana.

ALL.CLASS.REG

Tirando le somme è stato quasi più un campionato interprovinciale tra le province di Milano e Mantova, con qualche ragazzo proveniente da Como e Monza & Brianza ed una sola presenza da Lodi e Pavia.

Infine una menzione d’onore va a Gerolamo Viganò e la sua società, il Lanza, che da ormai più di anno si impegna ad organizzare questa competizione nonostante si svolga sempre a diversi chilometri da casa. Un vero plauso per tutto l’impegno che ci mettono per far si che tutti i ragazzi possano gareggiare nelle migliori condizioni possibili.

TUTTE LE FOTO – CLICCA QUI

Translate »