PESCA AL COLPO

Regionale Lombardo – Peschiera è dei comaschi della Lanza


A PESCHIERA LA TERZA PROVA DEL REGIONALE LOMBARDO

Il Mincio a Peschiera ultimamente sta viaggiando parecchio a causa delle piogge estive che hanno innalzato il lago ed obbligato l’apertura della diga a valle della cittadina veronese, ma nonostante ciò il Regionale Lombardo non si è fermato, com’è giusto che sia. Il 21 settembre si è svolta la consueta prova autunnale sull’emissario del Lago di Garda, quest’anno anticipata di alcune settimane rispetto agli scorsi anni. Una scelta un po’ azzardata considerato il periodo e gli altri campi gara del campionato. Eh si, perchè l’ultima prova, o meglio le ultime due prove per il recupero della prima tappa annullata in Cavo Lama, saranno tra due settimane in Mandria su una Fiuma che teoricamente sarà già nel suo periodo di inizio svaso per il periodo invernale. Un bello scherzo da parte del Consorzio di Bonifica del canale che taglia parte delle campagne emiliane. Come già detto Peschiera non si è presentata in condizioni proprio ottimali; se lo scorso anno in molte gare svoltesi in questo periodo si poteva pescare anche all’inglese, quest’anno è stato obbligatorio lasciare a casa le “britanniche” per dare spazio a roubaisienne con vele oltre i dieci grammi, bolognesi e canne fisse. Queste ultime sono state determinanti in diversi picchetti, come già successo in occasione del Memorial Ferretto del 31 agosto, in quanto è tornata ad essere alta la presenza di persici sole nel sottoriva e di dimensioni interessanti, oltre a tanto pesciolino da insidiare con canne da cinque – sei metri. Una bella notizia per questo campo gara che rimane comunque sempre molto difficile da affrontare. Naturalmente non sono mancate le catture importanti di scardole e soprattutto cavedani.




Alla fine della gara la classifica ha visto due squadre con lo stesso numero di penalità, nove, ma a spuntarla per la vittoria del simbolico trofeo di giornata è stata la società comasca del Lanza, davanti alla Pilastroni Trabucco. Un punto più indietro sale sul podio la G.P.D. Argentia Colmic.

Per quanto riguarda la classifica generale sale in testa la Sangiulianesi 81 Colmic con 40 penalità, seguita dalla G.P.S. La Seregnese Hydra con 43 punti e l’Acqua Azzurra Team Milo con 44 punti. A sole due prove dal termine i giochi per la promozione sono ancora molto aperti, con almeno una ventina di società che si giocano i posti per accedere al Trofeo di Serie A1 2015. La Fiuma sarà un campo molto difficile per tutti, specialmente nelle condizioni in cui si presenterà.

Si ringraziano per le foto Paolo Lambrughi

CLICCA QUI PER LE FOTO

GIORNATA

SETTORI

PROGRESSIVA SQUADRE

PROGRESSIVA INDIVIDUALE