PESCA AL COLPO

Regionale Piemonte nel segno del Barriera Nizza


AL REGIONALE PIEMONTE CONTINUA IL DOMINIO BARRIERA NIZZA

Come ormai succede da tre anni a questa parte, il Regionale Piemonte di pesca al colpo varca i propri confini e si sposta in terra emiliana, più precisamente nel modenese, per iniziare il proprio campionato annuale. Protagonista ancora una volta il Cavo Lama, anche se ultimamente il canale ha perso la fama che lo contraddistingueva alcuni anni fa. Una gara che si è svolta una settimana dopo il Campionato Italiano Individuale di pesca al colpo in cui la pescosità non era di certo stata protagonista. C’è da dire però che rispetto a sette giorni prima il pesce ha risposto leggermente di più, ma senza esagerare. Un solo cappotto ed una media pro capite di circa 1200 grammi, con il picco nella terza zona di 1500 grammi per concorrenti ed il punto più basso in prima con soli 800 grammi. Ad ogni modo alcuni settori sono stati vinti con più di due chili. Per chi è della zona ci si potrebbe certo accontentare, sicuramente per chi arriva da Torino e si sobbarca 300 km è un po’ pochina la quantità di pesce catturata.




Parlando di questo campionato, è iniziato come è finito, nel segno del Barriera Nizza Tubertini squadra A che ancora una volta ha vinto la prova di giornata con 8 penalità, sopravanzando di un solo punto Eridania 91 Colmic. Terza piazza per l’altra storica società torinese de I Diavoli Maver che hanno portato 9.5 penalità. Dalla prossima tappa si torna in Piemonte con i fiumi Bormida e Masio e l’entrata in gioco del campo di Visone Bormida.

CLICCA QUI PER CLASSIFICA E SETTORI