Regionale Toscana Trofeo Masini 2017 PESCA AL COLPO

Regionale Toscana Pesca – Trofeo Masini 1° prova


REGIONALE TOSCANA PESCA AL COLPO – TROFEO MASINI IN ARNO

Arno, stessa acqua e stesso nome per i due gironi del Regionale Toscana Trofeo Masini di pesca al colpo. Unica differenza la zona. Il primo girone è stato di scena nell’Arno aretino a Laterina, mentre il secondo girone sull’Arno pisano. Naturalmente due mondi totalmente diversi in fatto di tecnica e specie ittiche, ma entrambi molto molto difficili.




Partiamo dal girone 1 di scena a Laterina.

Con 11 penalità conquistano la classifica di giornata i ragazzi della Firenze Asd A.P.D. Colmic Stonfo Londi. Seconda con 12 punti la Alap Tau Lucca Maver. Stesso punteggio per i terzi di giornata, i Cormorani Lenze Ripoli Colmic Stonfo. Da notare che oltre alle Canne Garfagnine Trabucco che si piazzano quarti con 13 punti, c’è uno stacco nel punteggio. I quinti infatti sono staccati a sedici penalità, a dimostrazione delle difficoltà del campo gara. Un tratto di Arno davvero difficile da affrontare ed interpretare. Enormi le diversità tra zona a zona, al punto che molte squadre hanno portato buoni risultati ed un buco.

Tecnicamente la prima zona denominata “Il Ciliegio” è stata la meno pescosa. Si sono pescate quasi esclusivamente alborelle, con pesi che al massimo hanno raggiunto i 500 grammi. Da escludere ovviamente gli esterni di campo gara e l’unico in grado di catturare un siluro. In parole povere, davvero pochissima pesca.

La seconda zona, “Il Tagliato”, vede la medesima situazione di alborelle. Alcuni picchetti hanno pesato addirittura meno di cento grammi. Unica differenza, la cattura di qualche pesce di taglia sulla sponda opposta con la bolognese e l’inglese. Una pescata difficile che ha premiato i più bravi o più temerari. Catturato anche qualche siluro con la roubaisienne.

La terza zona, i “Cannini”, vede alzarsi la media di catture di alborelle. In questo tratto i pesi viaggiano tra 600 grammi ed un chilogrammo e duecento grammi. Più frequenti le catture di carassi o carpe sulla sponda opposta. Si sono visti addirittura dei pescatori impostare gran parte della pescata al carassio, con buoni risultati ma al massimo tre o quattro catture.

Nella quarta zona chiamata “Santa Maria e Metano” le alborelle sono stati più frequenti. I pesi variano tra 700 e 1400 grammi. Solamente in sporadici casi i pesci hanno latitato. Da dire comunque che in pochissimi hanno tentato la sorte altrove dalle alborelle.

SETTORI E PROGRESSIVA – Masini_2017_Girone_1_Dati_1_Prova_Arno_Arezzo

Passiamo al Girone 2 localizzato nell’Arno pisano.

Prima la squadra della Lenza Aretina Comic con 12 penalità. Secondo il Serchio Lucca Asd Maver con 12 punti e mezzo. Terzo con 13 punti il Vecchio Serchio Lucca. Anche in questo caso le classifiche saltano all’occhio per i risultati che vedono nelle prime 15 posizioni squadre che portano in media 3 risultati buoni e uno decisamente brutto. La spiegazione probabile è che stranamente il fiume si è comportato in maniera diversa come pescosità nelle quattro zone.

Calcinaia Nuova ha tenuto una media davvero importante registrando pesi che vanno dai 12 ai 18 kg in media, con punte di 20 e anche 24 kg. Buonissima la pescosità anche per Fornacette. Solo nel primo settore i pesi sono stati sotto i 10 kg, ma negli altri la media ha oscillato sui 15 kg con punte di 18 kg. Qui poi la taglia è notoriamente inferiore, muggini esclusi. Quindi un gran bel divertimento.

Castelfranco ha invece titubato. Ricordiamo che il campo gara più a monte dell’Arno pisano si è presentato con un nuovo look. E’ infatti notizia di settimana scorsa il rifacimento delle sponde, come vi abbiamo mostrato. Alcuni picchetti hanno reso tra i dodici e quindici chilogrammi. Molti altri però sono rimasti sotto i dieci chili di pescato. Notoriamente comunque si sa, Castelfranco di solito parte un pochino dopo rispetto agli altri campi gara. In particolare quest’anno che a causa dei problemi logistici pre sistemazione era stato utilizzato poco.

Infine Calcinaia Vecchia, sempre uno dei più bei campi di Pisa ma anche il più scomodo. Fino a che non troveranno modo di essere autorizzati ad entrare in golena con le auto sarà sempre più problematico andarci a pescare. Il paese ha sempre meno parcheggi liberi e la piazzetta è sempre più utilizzata per feste e mostre.

La pescata qui è stata un po’ sotto le aspettative. Nei giorni precedenti alla gara erano state tante le catture effettuate, anche di buona taglia. Per la gara invece il pesce ha titubato, facendo registrare medie sui 10 – 12 kg, ma con minimi di 5 e massimi di 16-18 kg. Decisamente molto altalenante.

SETTORI E PROGRESSIVA – Masini_2017_Girone_2_Dati_1_Prova_Arno_Pisa

Prossimo appuntamento per il Regionale Toscana, Trofeo Masini, al 2 Giugno con gironi invertiti. Ovviamente, sempre Arno!