PESCA AL COLPO

Regole di gara : La pasturazione


Che differenza c’è tra pasturazione pesante e leggera?

Ho pensato di creare questa piccola rubrica che “dovrebbe insegnare” a rispettare i regolamenti per coloro che intendono avvicinarsi al mondo dell’agonismo….e non solo. All’inizio dell’anno solare la FIPSAS pubblica la Normativa Nazionale che dovrebbe essere considerata come il vademecum dell’agonista che racchiude tutte le regole che lo stesso e le diverse società devono rispettare nell’ambito delle competizioni. Voglio iniziare questa rubrica con un tema che mi sta particolarmente a cuore: la pasturazione.

La pasturazione è una componente fondamentale per la pesca. Senza di essa, nella maggior parte dei casi, diventa quasi impossibile catturare pesci. La pasturazione si divide in due varianti: leggera e pesante. La prima è sempre consentita durante la gara, la seconda può essere effettuata solo nei cinque minuti antecedenti la gara oppure laddove il regolamento particolare della competizione lo preveda. In Italia quest’ultima è consentita solamente da un paio di anni in tutte le competizioni; prima del 2009 la pasturazione pesante era una regola consentita solamente nelle competizioni internazionali.

Ma qual è la differenza tra i due tipi di pasturazione?

  • Si parla di pasturazione pesante quando è consentito utilizzare due mani o aiutarsi con una qualsiasi parte del corpo o del secchio per fare la palla di pastura. Ciò porta di conseguenza alla creazione di una palla più grossa che contiene un maggior volume di pastura.
  • In regime di pasturazione leggera, al contrario, l’agonista è obbligato a fare le palle di pastura con UNA sola mano.

Come già detto, in tutte le gare italiane, a partire dai campionati promozionali, sono presenti i cinque minuti prima dell’inizio della gara, pertanto alla fine di questo tempo NON è più possibile alimentare con palle di pastura fatte con due mani o con l’aiuto di parti del corpo o del secchio cioè con la pasturazione pesante; non solo: le eventuali grosse palle rimaste nel secchio dopo i cinque minuti, devono essere obbligatoriamente disfatte.

IL PROBLEMA

Ciò che mi lascia molto amareggiato, purtroppo, è la mancanza di rispetto di questa regola fondamentale da parte di molti agonisti nei confronti dei loro avversari più corretti. Più di una volta mi è capitato di trovare agonisti, anche d’esperienza, che durante la gara hanno confezionato palle di pastura con due mani in regime di pasturazione leggera. La cosa ancora più spiacevole è che spesso ad un gentile invito da parte degli altri pescatori di rispettare le regole e effettuare pasturazione leggera, molti di questi pescatori scorretti si permettono di mantenere un atteggiamento molto sgarbato nella convinzione di essere dalla parte della ragione, quando ovviamente non è così. A mio avviso questo dovrebbe essere un comportamento sanzionato da parte degli organi federali in quanto in tutti gli sport l’offesa nei confronti dell’avversario è punita severamente.

Voglio pensare che molti lettori di Fishingmania siano persone corrette che rispettano le regole. Se tra questi ci dovessero essere persone come quelle da me prima citate, vorrei sperare che il mio messaggio sia recepito.

Nella prima foto vediamo una palla fatta con due mani. Come potete vedere la palla è ROTONDA e non OVALE come nella seconda foto, dove la palla è stata fatta con UNA sola mano. Nella terza immagine la differenza tra i due casi.