Itinerario Lombardia - Canale Sabbioncello Lombardia

Il Sabbioncello continua a stupire


A PESCA NEL SABBIONCELLO

Dopo il difficile esordio del Campionato Regionale Lombardia di pesca a feede, che ha visto un’alta percentuale di cappotti quantificabile nel 35% almeno, l’amico e collaboratore Enzo Loreti ha deciso, assieme ad alcuni soci, di tornare sulle sponde del Sabbioncello. Questo canale, di cui abbiamo già parlato qualche giorno fa, si trova nella bassa mantovana vicino all’abitato di Quistello ed in passato ha ospitato una manifestazione come lo stage di pesca al colpo per la formazione della nazionale femminile. Il Sabbioncello si è presentato in condizioni ideali per la pesca a feeder, con circa due metri di profondità ed una corrente che necessitava di pasturatori da circa una ventina di grammi. Innescando i cagnotti il risultato è stato più che soddisfacente con diverse catture di carassi e breme. La stessa cosa era successo appena una settimana prima quando con la mia società abbiamo svolto una garetta sociale di pesca al colpo. Dopo una pasturazione leggera con della pastura tagliata con la terra per appesantirla, la pesca si è sviluppata con galleggiante variabili tra vele da tre grammi e classici a goccia da un grammo. Il Sabbioncello si presenta con acqua pulita priva di qualsiasi impurità, sponde ricche di vegetazione (canne palustri ed erbe acquatiche) ideali per ossigenare l’acqua, rifugio e alimento per i pesci. E’ significativo che in un canale così piccolo la pescosità sia così buona ma, nonostante ciò, non venga minimamente considerato dalle società di pesca e dalle varie sezioni provinciali fipsas, compresa quella di Mantova, andando a preferire un posto come i laghi che, nonostante siano affascinanti dal punto di vista dell’ambiente, non sono in grado di regalare una pescosità adatta a chi si fa centinaia di chilometri per andare a gareggiare.




Per Fishingmania Enzo Loreti