www.fishingmania.it
Tutto il mondo della pesca in rete!

Selettiva Italiano Individuale Sud – Di Sebastiano doma un buon Ufente

GIRONE SUD SELETTIVA ITALIANO INDIVIDUALE – PARTENZA IN UFENTE

Ha preso ufficialmente il via la stagione agonistica della pesca a feeder anche al Sud Italia con lo svolgimento della prima prova della Selettiva Girone Sud valida come qualificazione per il Campionato Italiano Individuale che prenderà il via il 30 agosto in Fiuma. Prima tappa che ha avuto luogo sul Fiume Ufente, nel campo gara che al momento è uno degli impianti base per la pesca del centro – sud. Dalle prove del giovedì si prospettavano delle ottime sensazioni per questa gara, ma alla fine la pescosità è stata inferiore a quanto sperato. Nonostante ciò non c’è da essere comunque insoddisfatti visto che sono stati registrati anche buoni pesi. Non tantissimi gli atleti partecipanti provenienti dalle regioni di Lazio, Abruzzo, Molise, Campania e Sicilia visto che si sono presentati in quaranta ai nastri di partenza. Come successo nella selettiva campana della Coppa Fisheries, continuano a portare a casa ottimi risultati gli atleti della società romana Team Blue Marlin Ggianty Colmic in quanto conquistano due settori su quattro, portandosi a casa anche l’assoluto di giornata effettuato da Stefano Di Sebastiano con oltre quindici chilogrammi di pescato. Pesi decisamente inferiori per gli altri vincitori di settore e compresi tra oltre quattro e sei chilogrammi. Vincono anche Alessandro Putzu, sempre del Team Blue Marlin, Francesco Di Giacinto della Pokers Top Lupara Maver e Matteo Restante del Team LBF Centro Italia.

Spendendo due parole sulla gara, in realtà non c’è moltissimo da dire in quanto l’impostazione di pesca è stata abbastanza comune a tutti i partecipanti alla selettiva individuale. L’Ufente è stato molto battuto nel corso delle ultime settimane ed anzi, alcune manifestazioni si sono iniziate ad organizzare a partire da fine febbraio proprio per cercare di abituare il pesce alla pressione di gara. La giornata ha sicuramente aiutato i presenti, visto che il meteo è stato decisamente clemente con poco vento a rendere problematica la pescata. Nonostante i pesi alti, alla fine le catture non sono state moltissime. Proprio i pesci di taglia hanno fatto la differenza, in particolar modo alcune carpotte che sono state determinanti per cambiare le sorti nel settore. Come spesso accade in Ufente, non c’è stata una vera e propria linea di pesca prevalente, in quanto la conformazione della sponda e del fondale obbliga il pescatore a cercare la linea più adatta per l’impostazione della propria pescata. C’è stato chi ha visto le poche mangiate a non molti metri da riva ed altri che hanno dovuto andare sulla sponda opposta. Alla fine è stato necessario cercare di portare in nassa tutto ciò che si poteva catturare per sperare di migliorare il proprio risultato. Considerando le quaranta presenze, sarà obbligatorio riuscire a rientrare almeno nelle prime quindici posizioni della classifica finale per avere la certezza assoluta di accedere alle finali della Fiuma.

TUTTE LE FOTO – CLICCA QUI

Translate »