www.fishingmania.it
Tutto il mondo della pesca in rete!

Spinning in Mare – Spinning al Rombo

SPINNING IN MARE AL ROMBO

Lo spinning in mare è bello perchè è vario. Ogni volta una specie diversa potrebbe attaccare le nostre esche. Dalla spigola al barracuda, dal pesce serra agli alletterati.

Nello scorso articolo abbiamo parlato di Eging, la pesca al calamaro. Anche se è una tecnica a sè, alla fine è come se si pescasse a spinning. Le totanare d’altronde sono delle esche artificiali.

Questa volta per lo spinning in mare parliamo di un’altra preda, sicuramente tra le più ambite ma tra le più difficili da prendere. Parlo del rombo. Un pesce piatto appartenente alla famiglia degli Scoftalmidi che popola i nostri mari, stazionando maggiormente sulla sabbia.

La pesca del rombo presenta diverse difficoltà, in particolare riuscire a capire esattamente dove staziona. Con lo spinning, oltre a sondare un raggio maggiore di mare e variare spot nell’arco di una sola pescata, si ha anche la soddisfazione di averlo smosso e staccato dal fondale.

Apparentemente goffo e statico, il rombo è un super predatore. Non si lascia scappare nulla che passi nel suo raggio di azione. Effettua attacchi velocissimi verso l’alto, inseguendo la preda anche per alcuni metri.

Molte volte il rombo si avvicina alla battigia attirato dal rumore degli artificiali. E’ buona regola lanciare più volte nello stesso punto.

Uno spinning in mare diverso da quello che si effettua per gli altri predatori, durante il quale non si effettuano più di cinque lanci per spot. Molto importante sondare bene il fondale.

CANNA – Pescando dalla spiaggia si può usare una canna dai 7 piedi in su. Azione fast in modo da lavorare meglio e lanciare lontano sia teste piombate, che jig e minnow. Potenza da circa un’oncia.

MULINELLO – Va benissimo nelle misure 3000/3500/4000 con treccia dal 10 al 15 libbre al massimo.

FINALE – Fluorocarbon da 0.35 mm fino alla dimensione di 0.42 mm. Pescando in foce si possono incontrare anche altri predatori come Serra, Spigole e Leccie. Meglio essere preparati a qualsiasi evenienza.

ARTIFICIALI – Teste piombate dai 10 ai 20 grammi con gomme, shad e grub di misura da 7 centimetri a 12 centimetri.

-Jig/ kabura/ inchyku dai 10 ai 30 Gr

-montatura Texas se ci sono alghe o qualche incaglio sul finale sabbioso

-crank da Bass(palettoni)

-minnow dai 9 ai 12 cm sia suspending che sinking. Oppure ancora floating con affondabilità elevata per arrivare a strisciare il fondo

Per quanto riguarda i colori, il rombo attacca sia di notte che di giorno. Anche se i surfisti lo insidiano per lo più durante il giorno, si usa tutta la gamma di colori esistente. Questo perchè si pesca sia in acqua limpida, sia in condizioni di acqua torbida alle foci dei fiumi.

Lo stesso discorso vale anche per le condizioni meteo. Il rombo è attivo allo stesso modo nelle giornate di mare in scaduta, sia con tramontana (costa tirrentica) oppure con mare piatto e pulito.

SPOT E PERIODO – Il rombo si avvicina alla costa da ottobre fino a marzo/aprile per la riproduzione. Sulle nostre coste l’80% appartengono alla specie del Rombo Chiodato. Non è raro incontrare anche un Rombo Soaso (liscio).

E’ un pesce che ama la sabbia, sopratutto le foci e focette che sbucano in spiaggia. Delle aree perfette per la caccia a piccoli cefali, triglie, latterini e le cosiddette cechette, le piccole anguille.

Non è nemmeno raro trovarlo fino a dentro la foce in acqua salmastra. Ama anche il fondale sabbioso che presenta qualche scoglietto dove può trovare sia sia riparo sotto ad esso, sia cibo in quanto riparo e casa di molti pescetti.

Se ne pescano diversi con vento freddo da terra e con mare in scaduta, dove sul fondale si formano buche dovute al moto ondoso, un posto ideale per nascondersi ed attaccare.

L’attacco è potentissimo e deciso. Importante staccarlo dal fondo perché tende ad insabbiarsi subito e diventa molto difficile poi stanarlo. Per questo motivo personalmente prediligo un finale di diametro elevato intorno allo 0.40 mm.

Pescando vicino alle foci e sul cambio di luce è facile imbattersi anche in qualche spigola.

Translate »