PESCA A FEEDER

Trofeo Eccellenza Centro – Sud Feeder – In Ufente spicca il PS Teramo Milo


TROFEO ECCELLENZA CENTRO – SUD – IN UFENTE VINCE LA PS TERAMO MILO

Dopo la gara di domenica scorsa valida per le qualificazioni all’italiano individuale di pesca a feeder, il Fiume Ufente torna ad essere protagonista di una importante manifestazione nazionale con la prima prova del Trofeo Eccellenza Centro – Sud di pesca a feeder. Ventitre le squadre partecipanti a questa primissima manifestazione a squadre di livello nazionale che qualifica al CIS Feeder che prenderà il via a settembre al Lago di Corbara. Purtroppo come già successo sette giorni fa, anche questa volta l’Ufente è stato decisamente avaro per i partecipanti all’Eccellenza Centro – Sud. Malgrado l’ottima organizzazione e tutta la preparazione effettuata per la gara, nulla si è potuto fare per evitare il forte uragano di vento che ha influito non poco sulla riuscita della gara. Il fiume ha ben resistito alle condizioni meteo avverse, senza andare a sporcarsi e mantenendo la classica colorazione, ma nonostante ciò i pesci non hanno risposto come si sperava nei giorni di prova, rimanendo molto latitanti su tutta la lunghezza della sponda. Per cercare di ovviare a tutte queste avversità ed alla diffidenza degli abitanti dell’Ufente, la strategia della FIPSAS locale è da tempo quella di organizzare continue manifestazioni per cercare di abituare il tempo ed effettuando dei ripopolamenti di pesce autoctono, oltre a posizionare i concorrenti a distanza adeguata e sfruttare tutto il campo disponibile. Ma all’istinto non si comanda ed i pinnuti ancora una volta non si sono fatti trovare pronti. Tutto diversamente dalle giornate di sabato e domenica, visto che il pesce aveva risposto in maniera egregia alle esche dei partecipanti. Al via della gara però si sono riscontrate molte difficolta in tutte le zone. In particolare la quarta zona è stata quella che ha riscontrato maggiori problemi, in particolar modo per il fatto di essere stata poco utilizzata in passato. A farla da padrone è stato il cagnotto, a parte pochissime eccezioni in cui è stato utilizzato il verme o il mais. Come in occasione dell’individuale di domenica scorsa, anche in questo caso la linea di pesca è stata dettata dal picchetto. C’è stato chi ha pescato a centro canale e chi sulla sponda opposta con gli stessi risultati. In particolare sono stati catturati carassi e qualche cavedano, oltre a qualche carpa e tinca. Nella parte centrale del canale sono usciti anche dei cefali, come ci ha raccontato Giancarlo Asquitti dell’Oltrarno Colmic, che ha impostato la gara sulla sponda opposta catturando nei primi attimi di gara un bel carassio ed una tinca dal peso superiore al chilogrammo. In seguito al blocco totale della pescosità, per portare a casa il secondo posto di settore Giancarlo si è spostato a centro canale catturando quattro cefali di media taglia.




A spuntarla in queste difficili situazioni i ragazzi della PS Teramo Milo, che strappano il primo posto di giornata lasciandosi alle spalle la squadra B dell’Oltrarno Colmic per il peso maggiore di un chilogrammo a pari penalità. Terza piazza di giornata per la Lomcer.

TUTTE LE FOTO ED I SETTORI – CLICCA QUI