PESCA AL COLPO

Trofeo Serie A1 – La gara di Masio


SERIE A1 – LA GARA DI MASIO SUL TANARO

Nel week-end appena trascorso la carovana dell’A1 si è divisa per la 4 prova sui campi di gara di Castelnuovo e Masio. Anche per quanto riguarda il campo di Masio sia per il tratto a monte del ponte, sia per il “campo sportivo”, la pescosità è diminuita leggermente nella giornata di domenica ma è comunque risultata accettabile. La pescata da effettuare in questi due giorni di gara era la classica pesca di Masio, ovvero una pesca incentrata prevalentemente a cavedani e barbi da effettuarsi con la roubaisienne e lunghe canne fisse, con qualche eccezione dovute alla bolognese o all’inglese qual’ora la pesca sotto non entrasse. Per quanto riguarda la pesca a roubaisienne, quasi tutti i concorrenti hanno optato per una pesca a passare in leggera trattenuta con galleggianti classici di portata tra i due e i sei grammi oppure bloccata (che in molti casi è risultata determinante) con l’ausilio di vele o piastre. Per la pesca a canna fissa ovviamente la scelta ricadeva sui soli galleggianti classici ad ovetto o a pera tarati con corone di soli pallini ad aprirsi verso il finale.




Classica pasturazione pesante a base di sfarinati e bigatti incollati con molta ghiaia seguita durante la gara dall’utilizzo di soli bigatti incollati per alimentare la pescata. L’innesco vincente è stato come al solito il fiocchetto di bigatti o l’orsetto. Come precedentemente detto le catture principali sono state barbi e cavedani, principalmente di taglia medio piccola, ma anche con esemplari intorno al chilo. Carassi e carpe sono stati catturati ma con minore frequenza.

CLICCA QUI PER LE FOTO

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *