PESCA AL COLPO

Virtus Fishing, parola a Mauro Forni – Nati per vincere!


INTERVISTA A MAURO FORNI PRESIDENTE DELLA VIRTUS FISHING

Un paio di mesi fa scrivevamo della vittoria della Virtus Fishing nel campionato svizzero a squadre, una manifestazione che si svolge in tre gare tra Francia ed Italia e che vede la partecipazione di poco più di dieci squadre di società. In Svizzera la pesca al colpo agonistica ha avuto un drastico calo negli ultimi anni, anche a causa della mancanza di campi gara in grado di ospitare delle manifestazioni. Per anni il dominio nei campionati svizzeri è andato ad appannaggio di squadre provenienti dal Canton Ticino con il CP Lugano ed il Chiasso in testa, salvo poi lasciare spazio ultimamente a società della Svizzera Centrale, su tutte il Le Vangeron, vincitrice di diverse edizioni nell’ultimo decennio. Quest’anno però il Le Vangeron ha dovuto abdicare in favore di una società nata da pochissimi anni, il cui presidente è Mauro Forni, originario del Canton Ticino ma residente nel Canton Zurigo. Mauro insieme al fratello e ad un altro comune amico ha deciso di fondare una nuovissima società chiamata Virtus Fishing che ha sede proprio nella bella città della Svizzera Centrale. Una società che presenta al suo interno agonisti provenienti da tutte le zone della Confederazione Elvetica e che parla, di conseguenza, tutte e quattro le lingue ufficiali della Svizzera. Abbiamo contattato Mauro Forni per farci raccontare un po’ di questa nuova avventura in cui si è lanciato e che sta dando subito grandi soddisfazioni per meriti sia di squadra, sia individuale.




Ciao Mauro, ti ringrazio per il tempo che ci dedichi per rispondere alle domande da pubblicare su Fishingmania. Prima di tutto lascia che vi faccia i complimenti per la vittoria nel campionato svizzero a squadre. Nonostante non ci siano tante squadre come in Italia, immagino sia stato un campionato molto duro vero?

Grazie mille Matteo per i complimenti, li trasmetterò ai membri dell’associazione. Come dici tu il campionato svizzero non è più frequentato come una volta da centinaia di pescatori, ma le poche squadre rimaste sono molto concorrenziali e combattive. Questo ci permette di avere un campionato piuttosto duro dove le nostre due squadre fanno bella figura posizionandosi ai primi posti del rango generale. La preparazione, la conoscenza dei percorsi, l’esperienza, l’affiatamento e rispetto reciproco dei membri delle due squadre e del comitato sono prerogative necessarie per potersi divertire, ottenere risultati e sopravvivere negli anni. Non è stato facile e sono felicissimo che il 2014 abbia portato alla Virtus la vittoria al campionato svizzero a squadre grazie ad un’eccellente risultato di Virtus 2 ben sostenuta da Virtus 1. Ancora un BRAVI RAGAZZI ed avanti così!!! Questa vittoria ci permette di partecipare al 35mo campionato del mondo per club di Zilina in Slovacchia (25-26 luglio 2015).

Come si è sviluppato il vostro campionato a partire dalla prima prova fino alla terza?

La gara 1 si è svolta sul canale « DU RHÔNE AU RIHN » in località Montreux Vieux in Alsazia. Canale largo una ventina di metri e profondo sui 2 metri. La fauna ittica è prevalentemente costituita da gardons, pesci gatto e da bremette dai 50 ai 300 gr con qualche raro esemplare sul chilo. Dalle prove effettuate, ci si è resi conto che la pesca sarebbe stata molto difficile, ma nonostante ciò la Virtus 2 finisce ad un solo punto dal primo posto, occupato dalla squadra 2 del club Le Vangeron. Virtus 1 sbagliando strategia termina la prova all’ 8o posto.

La gara 2 si è svolta sul lago “Di Amis” in località Bareggio alle porte di Milano. Questo lago, famoso specchio d’acqua di pesca sportiva, non si è presentato in perfetta forma, forse dovuto al meteo pazzerello di fine agosto. La pesca è stata prevalentemente rivolta alle carpe, pescate a roubaisienne ed all’inglese a galla. Altra ottima prova della squadra 2 che termina al secondo posto mantenendo la posizione e lo scarto, questa volta dietro la squadra 1 del club Le Vangeron. Virtus 1 rimonta e termina la prova al 4 o posto. Questa una prova incoraggiante dopo il “disastroso” inizio di stagione.

La gara 3 si è svolta sul lago “Etang de Courtavon” in località Courtavon nel Jura francese. Lago con presenza di circa 17 ettari di acqua, con la profondità media di 2,5 metri. La fauna ittica é prevalentemente costituita da bremette e gardons dai 50 ai 200 grammi, con la presenza di qualche carpa di buona taglia. Qui c’è stato l’exploit dei giovani membri della Virtus 2, sfoderando una prova di grande regolarità e terminando al secondo posto di giornata e così vincendo il trofeo con 2 punti di vantaggio sulla squadra Le Vangeron 1. Virtus 1, ormai fuori dai giochi, si è messa a disposizione dei giovani tentando di “rubare” qualche punto ai “rivali” del Vangeron.

Oltre alla vittoria del titolo nazionale, immagino ci sia anche la soddisfazione di avere alcuni atleti nella prossima nazionale elvetica. Giovani peraltro esatto?

Sì, come dici tu abbiamo una soddisfazione supplementare visto che quest’anno abbiamo ben due membri, inoltre i giovani della nostra associazione, che si sono qualificati nella pool di pescatori che rappresenterà la nazionale. Aaron Ferretti e Gilberto Belgrado parteciperanno l’anno prossimo al 62mo campionato del mondo per nazioni di Radece in Slovenia (12-13 Settembre 2015). Auguro a loro ed alla nazionale un grande successo per l’anno prossimo ed ancora complimenti! Da quando è stata fondata la Virtus abbiamo sempre avuto dei membri che hanno potuto militare nella nazionale. Andreas, Gilberto ed io abbiamo partecipato parecchie volte a queste tipologie di gare come, mondiali per nazioni, europei per nazioni, campionati del mondo per club, international masters, ecc. È con estremo piacere che da qualche anno Daniel Ceberg si qualifica per la nazionale maggiore e che quest’anno per la prima volta Aaron, che da anni sfiora la qualificazione, ne farà parte. Finalmente la loro passione e costanza li ha portati a potersi qualificare per questa bellissima esperienza che è un campionato del mondo. Gilberto è, se si può dire così, la nostra stella di punta. Grande pescatore con una passione immensa per la pesca e la competizione. Quindi quest’anno con Aaron e Gilberto abbiamo due componenti, su sei, che militano nelle nostra associazione. Non posso che esserne fiero.

La Virtus è una società giovane essendo nata solamente pochi anni fa e fin da subito sono arrivati i risultati. Ti va di raccontarmi la storia della società, da chi è nata l’idea, come mai avete deciso di crearla e con quali obiettivi?

La Virtus è nata nel ottobre 2011 a Zurigo ed è stata fondata da me , mio fratello Andreas Forni e Franco Gagliardino, un caro amico non garista ma sostenitore della pesca. La nostra volontà con la fondazione del Club è di unire i giovani pescatori così da poter creare un gruppo affiatato, dinamico, vincente e libero di poter decidere autonomamente. Questo in alternativa a gran parte dei club iscritti alla federazione svizzera di pesca sportiva che sfortunatamente invecchiano, non si rinnovano e che sono legati a degli schemi di funzionamento, sicuramente solidi ($$$), ma che non permettono una grande autonomia decisionale dei singoli pescatori. Nel gruppo abbiamo anche un “oldy” che però grazie alla sua prontezza di spirito e genuinità si fonte estremamente bene con i giovani.

Con la nostra prima partecipazione ai campionati svizzeri come Virtus, con una squadra composta da Alex, Jean-Paul, Andreas ed io, abbiamo sfiorato la vittoria per pochi punti (3). In seguito si sono aggregati al gruppo Aaron, Daniel, Gilberto e Patrik con i quali abbiamo composto la seconda squadra. Con le due squadre siamo sempre arrivati alla fine del torneo nei primi quattro ranghi, a parte quest’anno che con la Virtus 1 non siamo riusciti a fare faville ma per contro con la Virtus 2 abbiamo vinto i campionati. Nella Virtus è molto importante il dialogo che deve essere però diretto e chiaro, visto che nel gruppo parliamo tre delle 4 lingue nazionali e non tutti padroneggiano le tre lingue. Come detto i pescatori sono autonomi ed hanno una grande libertà decisionale. Non abbiamo una vera e propria strategia di pesca me quello che facciamo è di condividere sempre alla fine di ogni pescata le nostre analisi e esperienze del campo gara. Dopo di che le due squadre decidono autonomamente quale strategia vogliano impostare la gara. In riva al fiume, canale o lago, benché appartenenti allo stesso club siamo tutti competitori, e vige sempre la regole del vinca il migliore. L’associazione mette a disposizione la logistica e l’organizzazione della pastura, terre, alloggi, materiale, networking internazionale, ecc. Per il resto tutti si autogestiscono.

Obiettivi del prossimo anno?

Beh, l’obiettivo è sempre lo stesso, quello che dovrebbe essere per tutte le squadre che fanno competizione e che è vincere i campionati svizzeri a squadre! Inoltre con la partecipazione ai campionati del mondo in Slovacchia un altro obbiettivo e quello di poter approfittare al massimo di questa esperienza e di tronare in patria con dei buoni ricordi e con un buon risultato. L’ultimo obbiettivo è riuscire ad rimpolpare le finanze del club così da poter ridurre le spese personali…se hai una buona idea o se hai qualche migliaia di euro da donare al club faccelo sapere!!! Un caro saluto a te ed ai tuoi lettori ed amici pescatori dalla Virtus e mi auguro di rivederti presto.