Campo gara di pesca al colpo e feeder sull'arno a Fornacette Toscana

Campo Gara Toscana – Fornacette


Campo Gara Pesca – Fornacette Fiume Arno

Come arrivare: Provenendo da Milano percorrere l’Autostrada A1 fino allo svincolo per l’Autostrada A15. Percorrere la Parma – La Spezia fino allo svincolo per l’Autostrada A12 e percorrerla in direzione Livorno. Uscire allo svincolo Pisa Centro / Aeroporto e seguire per Firenze immettendosi nelle Strada di Grande Comunicazione FI-PI-LI fino allo svincolo per Cascina e seguire prima le indicazioni per Calcinaia.Ad un certo punto si sale su un cavalcavia alla cui discesa è presente un semaforo dove bisogna girare a sinistra seguendo le indicazioni per Vicopisano, entrando nel paese di Fornacette. Seguire la strada, svoltando obbligatoriamente a destra una volta superato il ponte sul canale. Proseguire dritto per circa un paio di chilometri finchè, appena prima del ponte sull’Arno, sulla sinistra vi è una strada sterrata che porta sul campo gara attraversando i campi.




Provenendo da Torino percorrere l’Autostrada A21 fino allo svincolo per l’Autostrada A26 direzione Genova. Arrivati in prossimità del capoluogo ligure inserirsi nell’Autostrada A12 in direzione Livorno fino all’uscita di Pisa Centro / Aeroporto. Seguire le indicazioni sopra citate.

Provenendo da Bologna e Firenze percorrere l’A1 fino allo svincolo per la Strada di Grande Comunicazione FI-PI-LI ed uscire a Cascina. All’uscita proseguire in direzione Calcinaia.

Caratteristiche del canale: Larghezza fiume tra 60 e 70 metri. Il campo di Fornacette presenta una profondità molto discontinua rispetto agli altri campi di Calcinaia e Castelfranco: nei settori più a valle è presente una profondità che può raggiungere i 2 metri già a partire da 10 metri da riva, per poi pian piano diminuire fino a ridursi a soli 70 centimetri di fondo nei settori di inizio campo gara. Le lenze vengono di norma costruite su quattro pezzi nei punti più verso il mare e tre pezzi andando verso valle, anche se nei primi picchetti si può accorciare il filo per avere un migliore controllo del galleggiante e dell’afferrata. Fondo duro compatto, assenza di vegetazione subacquea, alta presenza di ostacoli sul fondale che rendono difficoltosa la passata in alcuni picchetti. Corrente da leggera a forte a seconda del livello del fiume legato alle precipitazioni a monte. Sponda abbastanza comoda per il posizionamento del panchetto. Pescosità molto elevata. Necessari elastici minimo del 1,6 in su. Fili a partire dallo 0,18 mm; ami tra il 4 e l’8. Necessario avere a disposizione sempre montature con galleggianti da 2 grammi in su, vele comprese, fino a 30 ed oltre grammi in caso di corrente sostenuta. La pesca non è compromessa in caso di fiume torbido o leggermente in piena. Montature chiuse in trenta centimetri con pallini grossi per la pesca al pesce gatto americano, pesce predominante con esemplari fino ed oltre i dieci chilogrammi. Presenti molti cefali che risalgono il fiume dal mare, pescati con lenze più leggere ed aperte in circa 50 cm. La strada è in terra e sabbia e permette un comodo parcheggio alle spalle del picchetto. Rispetto ad alcuni anni fa è stata allargata per migliorare il transito delle autovetture, proprio in occasione del campionato del mondo under 14 che si è svolto nel 2011, La strada si trova sull’argine del fiume ad un’altezza di circa sei – sette metri dall’acqua. Lo scanottamento della canna risulta leggermente in pendenza ma non difficoltoso. Valida anche la pesca a feeder a distanza sempre più vicina man mano che arriva la stagione calda, usando cage aperti di grossa dimensione o anche method feeder coon canne molto robuste.

Notizie indispensabili

Non utilizzare delle nasse con maglie troppo fini. Dopo una pescata in Arno le nasse risultano uscire distrutte a causa degli aculei del pesce gatto che si attaccano alle maglie obbligando il pescatore la maggior parte delle volte a dover tagliare la nassa. Importante buttare sempre pastura o cagnotti.

Aggiornamento pescosità – Ottima pescosità. Diversi gatti pescando pesante con galleggianti tra 10 e 20 grammi. Da pochi giorni sono entrati anche i cefali da pescare con galleggianti leggeri specialmente nel tratto alto del fiume.

Specie Ittiche

Carassio – Abramide
Pesce Gatto Puntato (Ictalurus Punctatus) – Carpa
Siluro – Cavedano
Alborella – Cefalo

Attrezzatura

  • Roubasienne –>         voto 5 / 5
  • Feeder –>                  voto 4 / 5
  • Canna fissa –>          voto 2 / 5
  • Bolognese –>            voto 2 / 5

Indispensabile

  • Pedana nei casi di posizionamento difficoltoso
  • Posizionare sempre un paletto per controllare il livello dell’acqua a causa dell’influenza della marea
  • Attrezzatura robusta adatta per qualunque situazione
  • Guadino di almeno 3 metri
  • Ombrellone
  • Stivali

Esche Cosigliate

  • Cagnotti  –>       voto 5 / 5
  • Vermi di tutte le dimensione –> voto 5 / 5
  • Gambero  –>           voto 4 / 5
  • Mais   –>           voto 4 / 5

Tipologia di pastura

  • Pastura a grana grossa di colore giallo – marrone scuro con aggiunta di colorante rosso a seconda della colorazione dell’acqua –> quantità consigliata da 12 litri in su; Colmic Speciale Pisa
  • Cagnotti da fiondare e incollare –> quantità consigliata: da due chili in su.
  • Detenere sempre una quantità di ghiaia grossa e colla con cui incollare i cagnotti –> quantità consigliata per la ghiaia minimo 2 chili; per la colla minimo un chilo