Itinerario pesca in Sardegna - Flumini Mannu Sardegna

Itinerario Pesca in Sardegna – Flumini Mannu


ITINERARIO PESCA IN SARDEGNA – IL FLUMINI MANNU A VILLASOR

Già nel primo itinerario di pesca in Sardegna venne preannunciata la creazione di un articolo specifico sul Flumini Mannu. Lo spot di pesca di cui scriveremo in questo nuovo itinerario è appunto il corso d’acqua denominato Flumini Mannu. Fiume sul quale insiste lo sbarramento di Is Barroccus gestito all’ENAS. Per chi volesse approfondire abbiamo realizzato un itinerario in questione www.fishingmania.it/itinerario-pesca-in-sardegna-lago-san-sebastiano/.




Il fiume nasce nella Sardegna centrale e in particolare nella regione storica del Sarcidano nel territorio collinare di Nurallao. Scorre lento attraversando la piana del campidano per poi sfociare direttamente nello stagno di Santa Gilla a Cagliari, in prossimità dell’aeroporto Mario Mameli. Gli affluenti principali del Flumini Mannu sono il Canale Vittorio Emanuele in territorio di Sanluri e il Torrente Leni in territorio di Villacidro. Questi due corsi convogliano le acque della piana campidanese e dei Monti del Linas. Altri affluenti sono il Torrente Lanessi proveniente dalla Trexenta e il Riu Mannu di San Sperate.

Si tratta di un corso d’acqua non paragonabile come dimensioni e portata ad altri ben più noti nel sistema idrografico regionale. Il riferimento è al Tirso o il Flumendosa. Ad ogni modo ricopre un notevole interesse ambientale e naturalistico, unitamente ad un ruolo fondamentale per il sistema agropastorale. Il percorso dell’intero fiume è abbastanza tutelato e sorvegliato anche per via del fatto che attraversa numerosi comuni durante il suo percorso. La flora e la fauna sono sostanzialmente preservate anche grazie al controllo e il presidio del corpo forestale insieme a numerosi gruppi di volontari.

Il Flumini Mannu a Villasor

In questo itinerario si vuole analizzare nel dettaglio un tratto specifico del fiume. Parliamo dell’area nel comune di Villasor, a poche decine di chilometri dalla città di Cagliari. Ai fini della pesca in acque interne questo settore riveste un ruolo di primo piano per la Sardegna meridionale. Presenta una conformazione delle sponde ideale per lo svolgimento della pesca ed un facile accesso per i pescatori. Diverso il discorso dei tratti più a valle ed a monte. Spesso sono sterminate distese di fitti canneti e rigogliosi alberi. Trovare lo spazio per una postazione comoda e pratica diventa impresa assai complessa.

Il settore di Villasor, preso in esame per questo itinerario, è relativamente poco profondo. Durante tutto l’arco dell’anno il flusso e il livello dell’acqua sono costanti. La profondità media si aggira intorno ai 2 metri. Sono però frequenti dei brevi tratti chiamati in lingua sarda “gorroppus”. Si tratta di tratti dove la profondità aumenta fino a sfiorare i cinque metri. Le sponde e le anse sono ricoperte da rigogliosi e fitti canneti, ma grazie ad una accurata pulizia e manutenzione sono generalmente quasi sempre praticabili in quasi tutto il tratto. La larghezza è tipica dei canali di pianura in Sardegna. Varia dagli otto – dieci metri fino ad un massimo di venti metri in alcuni tratti.

La corrente è sempre abbastanza costante e raramente rende difficile le operazioni di pesca. Diverso è il discorso del vento, scirocco e maestrale, che spira spesso intensamente ed è l’unica causa di movimento dell’acqua. Altro importante aspetto è la comodità di avere l’automobile a pochi passi. Elemento prioritario per gli amanti del feeder e della pesca al colpo.

Prede presenti

La carpa è la specie ittica predominante. In particolare la carpa regina è il ciprinide più presente con esemplari di taglia massima attorno ai quattro chilogrammi. Poche le tinche che, con una apparente fatica, si conservano e si riproducono. Presenti diversi pesci gatto e la vicinanza del mare garantisce la presenza dell’anguilla. Non di grandi dimensioni, ma comunque presenti, sono i pesci predatori quali persici reali e black bass. Pesci che talvolta vengono ingannati a spinning con delle gomme e piccoli artificiali.

Capita inoltre, non di rado data la distanza abbastanza ridotta dalla foce e l’influenza della marea, la cattura di piccoli cefali risaliti direttamente dallo stagno di santa Gilla. Tutte le specie sono in buona salute e godono di un’ottima vitalità. Significativo il fatto che ogni carpa allamata ha sempre delle buone probabilità da parte sua di riuscire a slamarsi intanandosi nei canneti.

La pesca e le tecniche

In questo spot la tecnica più redditizia è sicuramente quella a fondo ed in particolare con l’uso del feeder. Questa tecnica infatti è praticata dalla maggior parte dei frequentatori abituali e non, compreso il sottoscritto. Non sono tuttavia da escludere anche le tecniche della pesca al colpo e su tutte la pesca all’inglese e con la bolognese. Discorso diverso va fatto per la roubasienne, che pur essendo altrettanto efficace e redditizia, specie in estate, può trovare spazio per il suo corretto utilizzo solo ed esclusivamente in alcune postazioni (non più di 5) appositamente adattate.

Tutte le tecniche qui elencate per essere produttive fino in fondo necessitano di un’accurata e quanto mai precisa pasturazione. Le prede sono solite stazionare a ridosso dei canneti e degli erbai e molto raramente a centro fiume. Negli ultimi anni, anche grazie all’interesse di pescatori della zona, si è sviluppato in maniera concreta anche il carpfishing. Tecnica che quando applicata con dedizione e attenzione ai particolari è in grado di regalare prede di tutto rispetto.

Le esche principalmente utilizzate spaziano dal mais, lombrico e bigattino a boiles e pellet. Queste ultime efficaci specialmente in determinati periodi dell’anno. Molto efficace e funzionale l’uso di appositi hair rig su ami di piccole dimensioni. Per le pasture invece anche qui si parla di menù classici e collaudati. Pasture dalle tonalità giallo-nocciola a grana media e dai sapori prevalentemente dolci nei periodi caldi e più scuri e salati, anche con aromi di pesce, nelle stagioni autunnali.

Parliamo del feeder. Spesso e volentieri è necessario tenersi su diametri di terminale intorno al 0,16 millimetri. Utilizzando diametri inferiori la strappata è sempre al’ordine del giorno ed è anche preclusa la possibilità di forzare un po’ i pesci per farli uscire dai canneti. Ragione, questa, che rende necessarie canne potenti ma allo stesso tempo in grado di gestire senza stress questo genere di terminali. Per le feeder rods si consigliano le 11 e 12 piedi capaci di gestire pasturatori di circa 40 grammi.

Competizioni e raduni

Il Flumini Mannu a Villasor riveste un notevole interesse ai fini della pesca sportiva. In particolar modo per coloro che la praticano in maniera competitiva ai diversi livelli. Lo spot è infatti teatro di alcune manifestazioni di pesca. Tra queste il “Trofeo Flumini Mannu”, organizzato dalla società di pesca sportiva Fishing Villasor. Un altro importante evento è l’LBF Sardegna Challenge. Un evento di pesca a feeder che alla prima edizione ha avuto molto successo.

Dal grande valore associativo e ricreativo sono i raduni sociali organizzati dai vari gruppi di pescatori frequentanti il fiume sempre e comunque accompagnati da un’arrostita sul posto.

Informazioni utili

Un buon itinerario di pesca non può non prevedere un po’ di informazioni utili a chi volesse fare una pescata sul posto. Per raggiungere il Flumini Mannu a Villasor (coordinate 39.383795 – 8.924884) arrivando da Cagliari e percorrendo la SS 131 è necessario arrivare al centro abitato e attraversarlo interamente seguendo le indicazioni per Villacidro. Non appena usciti dal centro abitato svoltare subito a sinistra. Per chi volesse fermarsi qualche giorno nei dintorni di Villasor sono numerose le strutture ricettive e in particolare i B&B e gli agriturismi o affittacamere sui quali fare base per poi spostarsi. La vicinanza con il capoluogo regionale facilita notevolmente la mobilità.

Per richiedere informazioni ulteriori ci si può rivolgere al gruppo LBF Sardegna https://www.facebook.com/LBFSardegna/ che in questa zona ha la propria sede di riferimento e l’associazione di pesca sportiva e dilettantistica Fishing Villasor.

Per Fishingmania – Andrea Nonnis LBF Sardegna

Summary
Itinerario Pesca in Sardegna - Flumini Mannu
Article Name
Itinerario Pesca in Sardegna - Flumini Mannu
Description
Flumini Mannu - Itinerario di pesca in Sardegna sul Flumini Mannu. Caratteristiche sponda e tipologia di pesca con tecniche del colpo, feeder, spinning
Author
Publisher Name
Fishingmania
Publisher Logo
Feeder
Roubaisienne
Spinning
Carpfishing
Final Thoughts

Overall Score 3.9