Trofeo Serie A6 2018 PESCA AL COLPO

Trofeo Serie A6 2018 – Lago Cecita


TROFEO SERIE A6 – INIZIO NEL SEGNO DELLA ARINTHA COLMIC

Nel week end del 2 e 3 giugno ha preso il via anche il Trofeo Serie A6 di pesca al colpo. Un campionato che qualifica la vincitrice del trofeo al CIS Colpo 2019. All’evento partecipano le squadre delle regioni di Molise, Puglia, Basilicata e Calabria. Teatro di questo primo week end di gare è stato il Lago Cecita, situato a Camigliatello Silano, in provincia di Cosenza. Ad organizzare la società ADPS Cosenza, che ha orchestrato perfettamente le dieci squadre impegnate nell’evento.




Nella giornata del sabato le condizioni meteo sono state eccellenti, con punte di cado afoso verso la parte centrale della gara. Il lago si è presentato in ottime condizioni, sia dal punto di vista della limpidezza, che della temperatura che ha favorito una pescata eccellente per i partecipanti. Il Lago Cecita è un lago popolato prevalentemente da carassi, in quantità forse eccessiva per l’invaso, con qualche carpa. La pesca si è effettuata, come sempre, con le tecniche a mulinello di pesca all’inglese e pesca in bolognese. Davvero buona la pescosità, con una media di circa cinque chili e mezzo per concorrenti.

PRIMA PROVA

La prima prova del Trofeo Serie A6 ha sottolineato la vitoria schiacciante della squadra A della SDPS Arintha Colmic, società di casa. Sette penalità complessive, portate da Guido Costanzo, Agostino Magarò, Gianpalmo Venuto e Pierluigi Faustino. Alle spalle, in seconda piazza, un’altra società di casa ovvero la ADPS Lenza Club Speronara Milo. Quindici punti, frutto di un primo, due secondi ed un decimo posto. A comporre la squadra Fulvio Grosso, Pasquale De Bartolo, Ivano Mauro e Giovanni Pugliese.

Terza piazza per la ADPS Cosenza, anch’essa società di casa, formata da Francesco Tarsitano, Wladimiro Manna, Daniele Mandarino e Giovanni Lanzillotti. Anche per loro quindici penalità, ma un peso inferiore rispetto ai secondi clasificati. Da registrare un’ottima performance della squadra A della società molisana ADPS Arca Lenza Campobasso Maver. Pur non conoscendo il campo gara con diciotto penalità si è piazzata al quarto posto. Complimenti quindi a Pio Edmondo Catapano, Michele D’Avena, Michelangelo Tedeschi e Michele Russo.

SECONDA PROVA

La seconda prova del Trofeo Serie A6 si è svolta il giorno successivo, sullo stesso campo gara cosentino. Diversa invece l’organizzazione, curata in questo caso dalla SPDS Calabrici Hydra Pesca. Ancora una volta ottimo il meteo, con caldo afoso ed una leggera brezza da nord ovest dopo un paio di ore di gara. Per il esto tutto invariato. Leggermente inferiore la pescata, con una media attorno ai 4350 grammi per concorrente, sempre costituiti da carassi. Da sottolineare anche l’incredibile cattura di una meravigliosa trota lacustre da un chilogrammo di peso circa.

Per quanto riguarda i risultati di giornata, il copione si ripete. La SDPS Arintha Colmic chiude con sei penalità staccando in classifica generale tutte le altre. En plein per i calabresi, con la squadra B che chiude la seconda gara alle spalle dei soci della squadra A. Terza la ADPS Cosenza, con lo stesso punteggio dei secondi ma peso inferiore. Questa volta c’è da sottolineare l’ottima prestazione della società lucana APS Sud 96 Tubertini con 19 penalità.

Dopo due prove l’Arintha Colmic ha già preso il largo con venti punti di vantaggio. Tredici penalità complessive per loro. Seconda è la ADPS Cosenza e terza la Lenza Club Speronara Milo con 35 punti.