Campionato del mondo Donne 2017 pesca al colpo PESCA AL COLPO

Campionato del mondo donne pesca al colpo 2017


CAMPIONATO MONDIALE DONNE DI PESCA AL COLPO

Dopo essere andati di scena i giovani della pesca al colpo, è tempo di passare alla pesca in rosa. La nostra nazionale italiana femminile di pesca al colpo è impegnata in Ungheria nel campionato del mondo Donne. La squadra guidata da Maurizio Teodoro e Stefano Defendi quest’anno si è presentata molto agguerrita e soprattutto molto giovane. Una linea verde voluta dai commissari tecnici e dalla federazione per creare un gruppo continuativo nel tempo. Non a caso al seguito della squadra sono state portate due giovani atlete per mostrare loro l’ambiente internazionale e farle crescere.




Purtroppo dopo oltre vent’anni la grande assente è Simona Pollastri, che ha dovuto declinare la convocazione per motivi personali inderogabili. La rassegna iridata in terra ungherese quest’anno si svolge a Szolnok, un centinaio di chilometri ad est di Budapest. Un fiume con corrente moderata, molto tecnico da affrontare.

La prima prova si è conclusa da poche ore e solo pochi minuti fa la Fipsed ha diramato le classifiche. Purtroppo l’inizio per le azzurre non è dei migliori. Undicesimo posto e cinquantuno punti complessivi. Un punteggio molto alto ed un distacco di oltre ventuno punti dal podio. Una rimonta  sempre possibile, specialmente con i settori lunghi, ma servirà una prestazione super per rimontare. Prestazione che naturalmente è alla portata delle nostre ragazze, sempre temute dalle rivali.

Si tratta di un campionato del mondo donne decisamente combattuto, con punteggi alti già per le prime della classe. Basti pensare che in sette punti e mezzo ci sono ben sei squadre. La Repubblica Ceca comanda con 26 punti. Tre punti e mezzo di vantaggio sulle due inseguitrici più immediate, Spagna ed Ungheria padrona di casa. In scia podio c’è la Croazia con trenta punti e la Francia con 30,5 punti. Olanda sesta con 33,5 punti.

Come già detto, Italia all’undicesimo posto con 51 punti, ma anche la squadra inglese non è messa meglio. L’Inghilterra è nona con 43 punti. Da sottolineare anche la presenza per la prima volta della squadra nazionale statunitense. Un esordio amaro per la squadra a stelle e strisce, ultima con 82 penalità.

Migliore delle azzurre la giovane Anna Sgobbo che ha chiuso quinta. Ottavo posto per Federica Brilli. Domani, domenica 27 agosto, la seconda e decisiva prova. Nulla è perduto per la squadra di Teodoro/Defendi.