Europeo Forze Polizia - Parola a Giancarlo Manzelli PESCA AL COLPO

Europeo Forze Polizia – Parla Giancarlo Manzelli


GIANCARLO MANZELLI PARLA DELL’EUROPEO FORZE POLIZIA

A poco più di una settimana dalla fine dell’Europeo Forze Polizia abbiamo fatto due chiacchiere veloci con il protagonista della seconda giornata, Giancarlo Manzelli.

Giancarlo ormai da una ventina d’anni partecipa a questa manifestazione assieme ai compagni/colleghi del Team ASPMI Gruppo Sportivo Polizia Municipale di Milano. Dopo un sesto posto nella gara del venerdì, domenica ha fatto registrare uno stupendo primo assoluto con quasi trenta chili di pesce.

Assoluto della seconda prova e secondo classificato con il Team ASPMI di Milano. Meglio di così forse non potevi chiedere a questa europeo forze polizia organizzato in casa?

E’ stato davvero uno stupendo risultato individuale e di squadra. Per di più raggiunto in un campo gara italiano, nemmeno tanto lontano da Milano. Un campo che senza problemi potrei definire il più bello d’Europa.

A parte i vincitori, che sono stati davvero molto bravi dominando entrambe le prove, io non posso che essere soddisfatto sia del risultato personale, che soprattutto per il risultato di squadra. E’ quest’ultimo aspetto che da sempre mi interessa.

I primi assoluti possono arrivare anche per situazioni particolari, i risultati di squadra invece per un’impostazione di gruppo ed uno spirito uguale a raggiungere la miglior posizione in classifica.

Per quanto mi riguarda, dopo la gara del venerdì purtroppo non sono riuscito a fare meglio del sesto posto con la roubaisienne. Diverso il discorso per la seconda prova, che ho impostato esclusivamente solo con la tecnica del feeder.

Considerando la corrente molto lenta, considerando le grosse carpe che popolano il Mincio e la maggior parte degli altri concorrenti che si sarebbero lanciati esclusivamente sul feeder, ho pensato di seguire i consigli di Massimo Vezzalini ed usare il pasturatore.

Non posso che ringraziare Massimo per i consigli che ci ha dato nelle giornate di prova, essendo lui venuto appositamente sul campo gara per aiutarci con questa tecnica. Come ci aveva detto lui, ho impostato la pescata a 35 metri con cagnotti incollati e due tappi di pastura. Filo dello 0.22, amo ben robusto ed il gioco è stato fatto.

In cinque ore di gara trovo cinque carpe, di cui due attorno ai nove chilogrammi di peso ed altre tre leggermente più piccole. E pensare che ne ho anche attaccate altre che mi hanno rotto il finale.

Che dire, una grandissima emozione ed una grandissima soddisfazione.

Una grandissima soddisfazione anche per i commenti da parte delle altre squadre sulla scelta del campo gara.

Assolutamente. Abbiamo fortemente voluto l’organizzazione di questo Europeo Forze Polizia come sezione di Milano e fin da subito abbiamo optato per il Mincio a Peschiera.

E’ stato un lavoro molto lungo, fatto di permessi vari e problemi che l’amico Guido Ghisalberti ha saputo porre rimedio.

Parlando con molti degli altri partecipanti stranieri, tutti sono rimasti estremamente soddisfatti del campo gara che, seppur molto difficile, ha regalato due stupende gare ed una settimana di pesca a dir poco unica.

Un grazie enorme all’amico Maurizio Teodoro, che ha accettato la sfida di farci da commissario tecnico ed un grazie anche all’azienda Milo e l’amico Emilio Colombo per aver offerto i premi per la cerimonia finale. Ed un grazie anche a tutti i miei compagni di squadra che si sono impegnati fin dall’inizio per cercare di raggiungere il miglior risultato possibile.

Tutti sono stati premiati anche con una medaglia ricordo ed una targa per le squadre. Insomma, meglio di così davvero non si poteva fare. Anzi, in realtà si, si poteva andare all’Idroscalo di Milano, ma sarà per la prossima volta.

Naturalmente i complimenti vanno alla squadra vincitrice ed ai terzi classificati del Team ASPMI Parma che chiudono un podio tutto azzurro che mai era accaduto. Peccato per la classifica per nazioni, ma sarà per il prossimo anno.