Hart Fishing Finesse Hart fishing

Black Bass d’Aprile di Hart Fishing Finesse


A CACCIA DI BLACK BASS PRIMAVERILI CON HART FISHING

Il caldo è arrivato, l’acqua si sta scaldando ed allora fuori l’attrezzatura da black bass perchè è ora di fare un po’ di catture! Era inizio aprile quando abbiamo iniziato a ponderare l’idea di iniziare la stagione di pesca al black bass, immediatamente dopo passata la sbornia di palamite che ci siamo trovati durante Pasqua in Liguria e che avete potuto leggere poche settimane fa. Il periodo è quello ideale per la ricerca del boccalone, in quanto dopo un inverno passato al letargo, anche il centrarchide più famoso del mondo ha bisogno di apporto nutritivo. Per alcuni il mese di marzo è quello che può regalare le maggiori soddisfazioni in termini di dimensioni delle catture pescando ad alcuni metri da riva sul fondo con teste piombate abbinate a gamberi o shad siliconici. Spesso però si tratta di un periodo in cui sono di più le uscite a vuoto delle stesse catture. A partire da metà aprile invece inizia ad esserci molto più movimento nell’immediato sottoriva in quanto i Bass sono in fase di preparazione per l’imminente frega. In ambiente libero rimane comunque ancora difficile effettuare da riva lo stesso numero di catture che si possono fare a partire da giugno, mentre nei laghi privati la situazione è diversa. Il tutto dipeso anche dal veloce cambiamento di temperatura dell’acqua, che si alza più facilmente rispetto ai laghi naturali mandando in attività i black bass. Per iniziare al meglio la stagione abbiamo preferito partire pescando da natante, combinando l’utilizzo del gommone con il belly boat.




Naturalmente è stata un’uscita targata Hart Pesca, l’azienda spagnola che nel corso delle ultime settimane sta crescendo sempre di più per la qualità dei propri prodotti. In particolare le esche artificiali stanno riscuotendo un grande successo per i movimenti quasi naturali e l’alto indice di catture. Inoltre, Hart è l’azienda per eccellenza di produzione dei belly boat, un “natante non natante” che gli amanti della pesca a mosca e spinning stanno utilizzando sempre di più per la comodità di spostamento in laghi e fiumi e la facilità nel raggiungere spot che da riva non si possono raggiungere. Inoltre un belly boat risulta essere decisamente più comodo da trasportare e gestire rispetto ad una barca rigida. Per l’occasione abbiamo testato in acqua il fiore all’occhiello dei Belly Boat Hart : Lo Sbirro. Un nome curioso per un prodotto da pesca, ma che volendo potrebbe essere perfetto per identificare un mezzo che permette di andare ad insidiare i pesci nei posti più nascosti. La particolarità base di questo belly boat risiede nel fatto che la seduto risulta essere leggermente più alta rispetto agli altri belly boat e permettere un migliore movimento in acqua ed una migliore visione di quello che c’è sotto di sé. Ingombro minimo in quanto è lungo 135 cm per una larghezza di 115 cm. E’ dotato di una pompa per il gonfiaggio ed una sacca dove richiuderlo. In macchina occupa davvero poco spazio.
Ma non è il belly boat il protagonista della pescata, bensì il black bass. Abbiamo pensato di provare tre tipologie diverse di pesca per la giornata. Con la testa piombata, a wacky e top water. Della prima abbiamo già parlato poco fa, sottolineando come sia funzionale a cavallo tra i primi caldi e le ultime temperature fredde dell’inverno. Si effettua con esche di dimensione mediow grossa come shad da almeno 8 centimetri di lunghezza, oppure imitazioni di gamberi, esche molto gradite ai boccaloni di tutti gli ambienti. Per quanto riguarda la seconda normalmente regala più risultati a partire da giugno, quando il pesce si sposta nel sottoriva e la terza è un’opzione prettamente estiva, con il pesce in attività sotto il pelo dell’acqua. Con nostra grande sorpresa alla fine il top water effettuato con artificiali galleggianti popper e Walking The Dog ha riscosso un particolare interesse da parte dei bass del lago, sia di dimensione attorno al chilogrammo di peso, sia di piccola taglia. Questi ultimi in particolare hanno regalato delle divertenti immagini di rincorsa all’artificiale proprio in prossimità del belly boat. Inutile raccontare tutte le catture effettuate durante la giornata perché non finiremmo più. Dal momento in cui abbiamo messo piede in acqua il pesce ha risposto molto bene sia sul fondo, che successivamente in superficie nelle zone riparate dal vento, dove l’acqua risulta più bassa ed anche in mezzo agli ostacoli che abbiamo trovato in giro per il bacino lacustre che abbiamo battuto.

In un lago privato come questo e come tanti altri, normalmente i black bass iniziano ad entrare prima in attività proprio perché la temperatura dell’acqua si scalda più velocemente ed il perimetro è limitato. Diverso è il discorso in ambiente libero, con i pesci che hanno una superficie maggiore da sfruttare per andare a nascondersi. In pratica nel mese di aprile se si vogliono effettuare sicure catture è meglio sfruttare gli ambienti commerciali, in attesa della vera e propria stagione del black bass che inizierà tra poche settimane, quando la temperatura atmosferica deciderà finalmente di stabilizzarsi su valori più del periodo.

Oltre ai belly boat abbiamo utilizzato altri prodotti targati Hart Fishing, tutti della linea Absolut. La Absolut Spin 15-35 grammi, un prodotto con azione prettamente di punta in grado di tenere testa a pesci molto combattivi. Nonostante sia abbastanza rigida, conserva comunque quella sensibilità ideale per utilizzare artificiali di piccole dimensioni.

Il settore gomme di Hart Fishing è ancora in piena espansione, ma nonostante ciò presenta alcuni prodottini molto interessanti che hanno stupito Andrea per il movimento che presentano in acqua. In particolare il gambero Clarki è stata una positiva sorpresa. La particolare forma allungata e, soprattutto, molto dettagliata nei particolari, garantisce una vibrazione di tutti i segmenti del corpo, dalla parte addominale fino alle chele, passando per le antenne. Ciò garantisce un maggiore interesse da parte del pesce che può essere non solo il persico trota, ma anche lucci, perca ed anche piccoli persici. Noi lo abbiamo montato sia con la testa piombata, sia con un semplice amo spiombato, ma gli spagnoli lo consigliano vivamente pescando a Texas, Carolina Rig e Splits Shot. Per quanto riguarda i vermoni, esiste un solo modello della linea Absolut ed è l’omonimo Absolut Worm, anch’esso caratterizzato da una particolare conformazione del corpo che garantisce vibrazioni continue durante il movimento in acqua, sia che lo stesso pescatore lo muova, sia che invece scenda verso il fondo con il proprio peso e dell’amo.