www.fishingmania.it
Tutto il mondo della pesca in rete!

Campo gara Toscana – Castelfranco di Sotto

Campo Gara pesca – Castelfranco di sotto – Fiume Arno

Come arrivare: Provenendo da Milano percorrere l’Autostrada A1 fino allo svincolo per l’Autostrada A15. Percorrere la Parma – La Spezia fino allo svincolo per l’Autostrada A12 e percorrerla in direzione Livorno. Uscire allo svincolo Pisa Centro / Aeroporto e seguire per Firenze immettendosi nelle Strada di Grande Comunicazione FI-PI-LI fino allo svincolo per Montopoli Val d’Arno e seguire le indicazioni per Castelfranco di Sotto. Superato il ponte sul fiume andare dritto alla rotonda e seguire la strada verso Pisa. Poco prima di uscire dal paese si incontra il cartello che indica il campo gara di pesca sulla sinistra.

Provenendo da Torino percorrere l’Autostrada A21 fino allo svincolo per l’Autostrada A26 direzione Genova. Arrivati in prossimità del capoluogo ligure inserirsi nell’Autostrada A12 in direzione Livorno fino all’uscita di Pisa Centro / Aeroporto. Seguire le indicazioni sopra citate.

Provenendo da Bologna e Firenze percorrere l’A1 fino allo svincolo per la Strada di Grande Comunicazione FI-PI-LI ed uscire a Montopoli Val d’Arno. All’uscita proseguire in direzione Castelfranco di Sotto.

Caratteristiche del fiume: Larghezza fiume tra i 60 e 70 metri, profondità non uniforme, mediamente si attesta intorno ai 3,5 – 4 metri con l’eccezione dei tratti più a monte in concomitanza con il primo e secondo settore dove il fondale può variare dai 2 ai 6 metri e poi tornare al livello medio del resto del campo gara. Normalmente lenze su cinque pezzi. Fondo duro compatto, assenza di vegetazione subacquea, alta presenza di ostacoli sul fondale che rendono difficoltosa la passata in alcuni picchetti. Corrente da leggera a forte a seconda del livello del fiume legato alle precipitazioni a monte. Sponda abbastanza comoda per il posizionamento del panchetto. La sponda naturale è in terra battuta e sabbia ed è stata scavata su tre livelli: il primo a filo dell’acqua, il secondo a circa tre metri sul livello del fiume che man mano si arriva verso valle si livella con la postazione di pesca ed un terzo livello tra i 6 e 8 metri dall’acqua. Come negli altri campi gara sull’Arno pisano, man mano che la primavera avanza e le temperature aumentano, il pesce predominante è il pesce gatto americano, con esemplari di grossa dimensioni. Pescosità molto elevata anche in caso di piena. Necessari elastici minimo del 1,6 in su. Fili tra lo 0,18 mm fino allo 0,26 mm; ami tra il 4 e l’8. La strada è abbastanza larga da permettere il passaggio di due macchine e di parcheggiarla a lato della strada.Lo scanottamento della canna risulta leggermente in pendenza ma non difficoltoso.

Notizie indispensabili

Non utilizzare delle nasse con maglie troppo fini. Dopo una pescata in Arno le nasse risultano uscire distrutte a causa degli aculei del pesce gatto che si attaccano alle maglie obbligando il pescatore la maggior parte delle volte a dover tagliare la nassa. Importante buttare sempre pastura o cagnotti.

Aggiornamento pescosità – Qualcosa ricomincia a muoversi e si registrano alcune catture di carpe, le quali fino a qualche settimana fa erano praticamente scomparse da questo tratto di Arno

 Specie Ittiche

Carassio – Abramide
Pesce gatto Puntato (Ictalurus Punctatus) – Carpa
Cavedano – Siluro
Alborella

Attrezzatura

  • Roubasienne –> voto 5 / 5
  • Feeder –> voto 4 / 5 
  • Canna fissa –> voto 2 / 5 
  • Bolognese –> voto 1 / 5

Indispensabile

  • Pedana nei casi di posizionamento difficoltoso
  • Posizionare sempre un paletto per controllare il livello dell’acqua a causa dell’influenza della marea 
  • Attrezzatura robusta adatta per qualunque situazione
  • Guadino di almeno 3 metri
  • Ombrellone
  • Stivali

Esche Consigliate

  • Cagnotti –> voto 5 / 5
  • Vermi di tutte le dimensione –> voto 5 / 5
  • Gambero –> voto 4 / 5
  • Mais –> voto 4 / 5

Tipologia di pastura

  • Pastura a grana grossa di colore giallo – marrone scuro con aggiunta di colorante rosso a seconda della colorazione dell’acqua –> quantità consigliata da 12 litri in su; Colmic Speciale Pisa
  • Cagnotti da fiondare e incollare –> quantità consigliata: da due chili in su.
  • Detenere sempre una quantità di ghiaia grossa e colla con cui incollare i cagnotti –> quantità consigliata per la ghiaia minimo 2 chili; per la colla minimo un chilo

Translate »