www.fishingmania.it
Tutto il mondo della pesca in rete!

Coppa Fisheries Feeder – Finale Sardegna

CONCLUSA LA COPPA FISHERIES FEEDER 2019 – SELETTIVA SARDEGNA

Domenica 20 gennaio si è tenuta sulle sponde del Lago del Cixerri a Villaspeciosa la terza e ultima prova della Coppa Fisheries Feeder, selettiva Sardegna. Trascorso circa un mese dalla seconda prova, la classifica generale è ancora da definire e la giornata di pesca si preannuncia con un po’ di nebbia ed una temperatura fredda, ma tutto sommato accettabile.

La giornata

Il lago si presenta con un livello idrometrico leggermente inferiore rispetto alla seconda prova. Viste le condizioni meteo, si prevede anche assenza di vento, che fa di certo ben sperare per una migliore azione di pesca. Condizioni che potrebbero aiutare molti nel recupero di posizioni in classifica. In palio, dobbiamo ricordarlo, l’accesso alla semifinale di marzo. Mica poco! Per quanto riguarda gli assetti, le esche e le pasture tutto sommato cambia poco rispetto alle due gare precedenti. Più o meno tutti alternano una pescata a corta e media distanza tra i 20 e i 40 metri e alcuni tentano la ricerca più lunga, anche oltre i 50 metri.

Avvio stentato

La mattinata scorre tranquilla e dopo un’ora abbondante dal segnale di via, dato alle 8.30 in punto dagli organizzatori dell’ASD Fishing Villasor, la nebbia lentamente inizia a dissolversi per lasciare spazio ad un gradevole sole che porta con se un pizzico di fiducia e morale in più per la pescata in corso.

Passano le ore ma niente di tutto ciò pare essere utile ad attivare gli appetiti delle carpe. In tutti i settori le catture appaiono rare e davvero difficili tanto che, a metà gara, Radio Cixerri informa di molti concorrenti ancora a zero. Tra questi anche Nicola Erriu e gli altri con solo uno o due pesci in nassa. Una vera delusione se ci si limita a pensare al solo numero di catture ma una grande soddisfazione se si considera che vengono da una pescata in acque libere in pieno inverno.

Le classifiche di tappa

La classifica dopo la seconda prova vedeva in testa Nicola Erriu con due primi, Thomas Piras con 3 penalità e appaiati Antioco Loi e Sebastiano Sedda con 4.
La classifica di giornata vede un testa a testa tutto tra atleti provenienti dal nord della Sardegna e dal nuorese. Tra il primo e il terzo settore infatti Sebastiano Sedda e Tonino Arcadu riescono con i pesi maggiori a prevalere sugli altri concorrenti. Proprio quest’ultimo alla bilancia rimane davanti di pochi grammi. Una gran bella prova la loro, se si considera la giornata nel suo complesso e l’attività delle carpe pressoché statica. Terzo assoluto di giornata l’atleta di casa, Nicola Erriu, già forte di due primi di settore conquistati nelle prove precedenti e abile anche stavolta a stravolgere la gara nell’ultima ora dato che.

La classifica finale

Per quanto concerne invece la classifica finale dopo le tre prove i complimenti a fine gara sono tutti per Nicola Erriu. Per lui una formidabile tripletta di primi. A seguire Sebastiano Sedda con due primi ed un terzo. Terza piazza per Thomas Piras con 2-1-4. Come da regolamento per stilare la classifica finale si è considerato il mezzo scarto nella prova con la maggiore penalità. Imperdibile l’appuntamento per gli undici semifinalisti qualificati al 17 marzo quando la primavera sarà oramai vicinissima e i numeri attesi saranno ben altri.


Il bilancio della manifestazione

La manifestazione, alla sua prima edizione per la Sardegna, si conclude con un ottimo numero di partecipanti, tutti soddisfatti e divertiti. Una buona cosa in considerazione del fatto che nei mesi invernali nessuno di questi era solito fare gare in acque interne. Veramente un ottimo inizio per la Coppa Fisheries Feeder in Sardegna, che fa certamente ben sperare per il futuro e si inserisce a pieno titolo nel percorso di divulgazione e valorizzazione della tecnica del feeder avviati già da alcuni anni da LBF Sardegna e da numerose associazioni sportive e che pian piano va avanti a consolidarsi e a crescere-

I commenti sono chiusi.

Translate »