Fish24 Feeder Cup al Lago dei Cigni PESCA A FEEDER

Fish24 Feeder Cup – Buona la prima ai Cigni!


FISH24 FEEDER CUP AL LAGO DEI CIGNI

Prima edizione della Fish24 Feeder Cup. Il Lago dei Cigni risponde presente.




Davvero ben riuscita la prima manifestazione dedicata al feeder del negozio Fish24 di Corsico. La gara, curata nei minimi dettagli da Christian Novelli del negozio Fish24, si è svolta nel vicino impianto situato nel Comune di Milano. Uno specchio d’acqua a pochi chilometri dal centro della metropoli lombarda, che da ormai qualche anno è meta di molti feederisti milanesi e non.

Poteva essere la classica gara del negozio organizzata in un carpodromo, ma questa volta è stato diverso. Questa volta la parola d’ordine era una sola, anzi due: gardon e breme. Queste le specie che popolano il Lago dei Cigni e che lo caratterizzano dagli altri classici impianti commerciali.

Chi frequenta il lago da un po’ sa quanto ci si possa divertire con questi due ciprinidi. Anche nei mesi freddi. Ed i “Cigni” da alcuni anni sono una piacevole scoperta. Ecco spiegato il motivo per cui Christian ha deciso di portarci la 1° Fish24 Feeder Cup.

Una scelta a dir poco azzeccata che non ha lasciato insoddisfatto nessuno. Sedici i concorrenti presenti domenica 6 novembre. A causa della concomitanza con altre gare purtroppo il numero è rimasto limitato, ma per la pescosità è stato meglio così. Come si dice, pochi ma buoni.

Tre settori, di cui uno da sei concorrenti e gli altri da cinque dislocati in tre zone distinte. Primo settore sulla sinistra all’entrata, secondo settore alla spiaggia sulla sponda opposta e terzo settore appena sotto il bar.

Giornata umida, fortunatamente non tanto quanto la giornata di sabato. Il meteo è stato clemente sia con la pioggia, presente in forma lieve nella prima ora di gara, sia con la temperatura. La copertura nuvolosa della notte ha garantito almeno una decina di gradi.

Prima e durante la gara il pesce si è subito mostrato presente in superficie. Peccato che pescando a feeder era necessario che si trovasse sul fondo e non a galla. Un problema inesistente visto che fin dall’inizio tutti hanno visto mangiate ed effettuato catture.

La pesca si è svolta principalmente tra i 25 ed i 40 metri a seconda della postazione. Obbligatorio l’utilizzo dei cage o pasturatori open end, con divieto di method, pellet e boiles come innesco. Considerando le specie da insidiare praticamente tutti hanno optato per delle pasture scure. Wonder Black Colmic, Turbo Van Den Eynde e Pro Natural Dark della Bait-Tech quelle più gettonate. Pasture scariche arricchite con esche di vario tipo.

 Tanti i gardon catturati, con la taglia degli stessi che nel corso degli anni è aumentata. La media dei gardon è stata tra i 100 e 250 grammi. Un buon segnale per il futuro. Poche invece le breme arrivate a guadino.

Probabilmente si sono imbrancate in alcuni punti del lago. Se ne sono catturate maggiormente nel secondo settore, con esemplari anche oltre il mezzo chilogrammo. Sempre in questo settore diversi i persici arrivati a guadino, con stupendi esemplari anche in questo oltre il mezzo chilo.

E’ stato Stefano Negri della Sangiulianesi 81 Colmic a registrare l’assoluto di giornata proprio sulla sponda opposta all’entrata. Per lui tanti persici e diversi gardon, per un totale di oltre dieci chili. Un chilogrammo in più del secondo di settore Stefano Tribuzio della Longobardi Milo.

Nel primo settore la vittoria è andata a Mario Casale della Lenza Emiliana Tubertini con circa 7700 grammi di pescato costituito principalmente da gardon e quattro belle breme. Secondo posto per Guido Ghisalberti della APSD Lanza.

Nell’ultimo settore invece le prime due posizioni sono state occupate da due agonisti della Longobardi Milo. Vittoria per Matteo Maggi con 6600 grammi davanti ad Agostino Fuccillo. Terzo settore che ha visto quasi esclusivamente catture di gardon, anche di buona taglia.

Tanto pesce, un pizzico di agonismo ma tanta voglia di pescare ed effettuare catture. Il tutto condito dal pensiero che in qualunque modo sarebbe andata a finire, tutti avrebbero portato a casa un premio.

Questo è stato infatti il vero succo del successo di questa manifestazione. Fish24 non solo vuole farsi conoscere ai pescatori, ma vuole anche dare un segnale forte. Pesce per tutti, premi per tutti. E che premi!

Niente buoni spesa, niente medagliette d’oro, niente materiale da pesca. Per tutti un cesto di prodotti gastronomici. Dal primo al quinto/sesto, tutti premiati. Naturalmente i primi hanno ricevuto qualcosina in più, ma anche gli altri non si sono potuti lamentare. Dai salami al vino, passando per pecorino, taralli, polenta e rigatoni.

Basta davvero poco per fare contenta la gente. O meglio, i pescatori.

Ah, dimenticavamo. A fine gara è stato offerto anche un piccolo rinfresco con focacce ed un buon bicchiere di vino rosso.

Christian del negozio Fish24 di Corsico ringrazia tutti i partecipanti alla manifestazione. L’augurio è quello di potersi vedere sia ai prossimi eventi, sia in negozio in Via Ugo Foscolo 28 a Corsico.