Trofeo Feeder Il Paradiso del Pescatore PESCA A FEEDER

1° Trofeo Feeder Il Paradiso del Pescatore – Buona la prima!


1° TROFEO FEEDER IL PARADISO DEL PESCATORE

Alla fine è andata. Il 1° Trofeo Feeder Il Paradiso del Pescatore svoltosi al Lago dei Cigni di Milano ha avuto esito positivo. Ventiquattro concorrenti, tra cui anche diversi nomi noti dell’agonismo nazionale. Una piccola manifestazione che però ha regalato una discreta pescosità. Ci si aspettava qualcosina di più dall’impianto milanese, considerati i risultati dei giorni di prova. Sicuramente ad influire negativamente sull’attività del pesce le condizioni meteo sballate.




Durante la settimana il sole ha regalato giornate tiepide, mentre da venerdì la nebbia ha avvolto l’area milanese. In più, sabato notte è arrivata anche la pioggia a tratti intensa. Sicuramente un cambio di temperatura che ha reso più apatici i tanti pesci che popolano il Lago dei Cigni. Ma al di là di questo, non ci si può lamentare. E’ stata una pescata nettamente più tecnica. Importante capire come riuscire ad insidiare i gardon presenti nel lago. Diversamente dal passato, si sono visti meno gardon di taglia, probabilmente fermi in altre parti del lago, oppure più sollevati dal fondo. E’ stata altissima la presenza di minutaglia che spesso ha quasi infastidito la pescata.

Chi però ha pensato di basarsi sulla tattica del “butto dentro tutto”, alla fine l’ha pensata giusta. E’ stato il caso del bergamasco Fabrizio Mazzoleni sulla sponda lunga. Una stupenda pescata non oltre i trenta metri da riva e assoluto con oltre quattro chilogrammi di pescato. Pescato composto esclusivamente da gardon di tutte le taglie. Stesso discorso anche per Cristiano Barbaro della Lenza Emiliana Tubertini, anch’esso sulla sponda lunga a destra del bar. Per lui l’aggiunta di un pesce gatto da mezzo chilogrammo, una bella breme ed una carpa da nove chilogrammi. La scelta però è stata di dare mille punti alle carpe superiori al chilogrammo.

Per quanto riguarda gli altri piazzamenti della sponda, secondo posto per Fabio Mosele della neonata sezione feeder della Sommesi Hydra. Per l’occasione però si tratterà di una squadra sponsorizzata Frenzee, il marchio inglese distribuito dall’azienda varesina. A seguire il compagno di squadra Massimiliano Gatti. Nell’altro settore da sottolineare la prova di Cristian De Feudis che alla prima gara a feeder conquista un meritato secondo posto. Tutto grazie ad una pescata effettuata per tutta la gara a trenta metri.

Diversi gardon ed anche qualche bella breme nei due settori posti su sponde opposte al pollaio. Nel primo settore, quello situato immediatamente a sinistra dell’entrata, vittoria per Antonello Natali de I Cagnacci Colmic con oltre quattro chilogrammi e mezzo. Secondo un arrembante Luca Paoli del Team LBF Italia con la scelta di impostare la gara all’alternanza tra bigattini e mais. Terzo Stefano Mosele con poco più di due chili e mezzo.

Infine nel settore in fronte al pollaio la vittoria è andata a Mario Casale della Lenza Emiliana Tubertini. Il campione del mondo è un habituè del Lago dei Cigni e ha dettato ancora la sua legge. Oltre quattro chili, con l’inserimento in nassa anche di un bel lucioperca. Ma la sua gara, ancora una volta, è stata basata sulla pesca di ricerca dei gardon. Secondo un ottimo Andrea Barni, in grado di catturare anche una breme di taglia abbondante il chilogrammo ed un cavedano sugli 800 grammi. Terzo Alessandro Pozzi de I Cagnacci Colmic.

Per quanto riguarda i premi, un mulinello Daiwa per il primo classificato. Per il secondo invece una canna Link Feeder Lineaeffe. Il terzo una borsa porta oggettistica. Inoltre a tutti è stato dato un sacchetto di pastura, oltre ad un buono da spendere nei negozi Il Paradiso del Pescatore di Trezzano.

L’organizzazione dei ragazzi de Il Paradiso del Pescatore di Trezzano sul Naviglio, assieme al negozio di Lissone, è stata praticamente perfetta. Un paio di sopralluoghi prima di picchettare sono stati fondamentali per capire come posizionare i concorrenti. Il Lago dei Cigni è in mutazione per quanto riguarda molti aspetti esterni. Le premesse sono più che buone, considerando che la pesca ricoprirà un ruolo importante. Il prossimo appuntamento sarà la prima prova della Coppa Fisheries Feeder per la zona di Milano. Nel frattempo Lineaeffe può essere ben soddisfatta di come si è concluso questo 1° Trofeo Feeder Il Paradiso del Pescatore. Si attende un seguito a questa gara!