Italiano Individuale Feeder - Girone Nord 2017 PESCA A FEEDER

Italiano Individuale Feeder – Girone Nord Ostiglia


ITALIANO INDIVIDUALE FEEDER – GIRONE NORD

Giornata dedicata alle manifestazioni individuali per la pesca a feeder quella di domenica 4 giugno. In tutta Italia si sono svolte le prime prove dei tre gironi qualificatori. Ostiglia per il Girone Nord. Arno pisano per il Girone Centro. Fiume Sacco a Falvaterra per il Girone Sud.




Iniziamo la carrellata delle manifestazioni dell’Italiano individuale feeder proprio dal Girone settentrionale. Prima prova che ha visto ben 188 concorrenti partecipanti. Un numero record, a memoria il più alto da quando esiste il campionato italiano individuale. Considerando queste cifre, forse potrebbe essere l’ultima volta dei gironi qualificatori. Dal prossimo anno la FIPSAS potrebbe finalmente pensare di far passare le qualificazioni dai campionati provinciali.

Inizialmente doveva essere Fiume Mincio a Peschiera, ma i problemi del campo gara hanno obbligato ad uno spostamento. A fare da campo di riserva il Canal Bianco nel tratto di Ostiglia. Una gara molto temuta da tutti a causa della storica scarsa resa dell’impianto mantovano.

I campi gara di Ostiglia sono molto belli sotto diversi punti di vista, ma hanno molti problemi. O meglio, hanno un solo problema: la pescosità. Da ormai diversi anni il Canal Bianco di questo tratto, come quello più a valle di Cerea, regala poche catture. Almeno in gara.

Affrontandolo in solitaria il numero di catture è alto, molto alto. Breme e carassi popolano in quantità questo tratto di Canal Bianco con corrente. Purtroppo quando arriva un alto numero di agonisti, la solfa cambia radicalmente.

Ed anche questa volta non è andata diversamente. Fin dalla prova del sabato si è notata la bassa pescosità. In particolare a farne le spese i picchettati in prima e seconda zona. Leggermente diverso il discorso più a valle, con l’impressione di qualche cattura in più. Ma purtroppo è stata solo un’impressione.

Unico a divertirsi Luca Della Casa della Alto Panaro Sensas Stonfo che ha fatto un assoluto da oltre ventisette chilogrammi. Due siluri da dodici e quattordici chilogrammi.

Secondo assoluto il locale Marco Reggiani della Mogliese Tubertini con oltre tre chilogrammi di pescato. A seguire Roberto Margaroli della Lenza Paradiso Browning con 2890 grammi.

Prossima prova il 25 giugno sul Canale Circondariale di Ostellato.

133469_selettiva Nord Campionato italiano feeder